Capello: “Milan, risolvi questo nodo” Poi dà consigli di calciomercato

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Fabio Capello ha parlato del momento del Milan, squadra che deve risolvere un nodo nella costruzione della rosa prima di andare sul calciomercato

Per tirare le prime somme di una stagione non positiva per il Milan, la Gazzetta dello Sport in edicola questa mattina ha intervistato Fabio Capello, grande ex allenatore rossonero. Per “Don” Fabio, prima di pensare a come intervenire sul calciomercato per migliorare la rosa attuale, il Milan dovrebbescogliere un nodo“.

Prima il nodo, poi 3 colpi

Prima di pensare a come muoversi, la dirigenza dovrebbe “per prima cosa capire se questi big hanno ancora voglia di dare al Milan, o se invece preferiscono andare via“. Il riferimento è ai giocatori fondamentali della rosa: “Nella seconda parte della stagione al Milan è mancato l’apporto di alcuni giocatori fondamentali, da Maignan a Hernandez, da Tomori a Leao“. Per Capello, “se loro sono i pilastri sui quali il club vuole costruire il Milan del futuro, pensare a cosa fare e come farlo diventa difficile“.

Nel caso in cui dovessero rimanere, continua l’ex, “bisognerebbe intervenire ma senza stravolgere, servono tre colpi: un difensore centrale, un centrocampista e ovviamente il centravanti“. A metà campo, dal calciomercato il Milan ha bisogno “di un centrocampista che sappia stare in campo e leggere tutti momenti di una partita, specialmente quando la palla ce l’hanno gli altri“. Davanti invece, Zirkzee è il profilo giustose il Milan cerca genialità“: “Ha qualità, è forte fisicamente e conosce la Serie A“.

Ultime news

Notizie correlate