Calabria: “Potevano farci male solo sulle palle inattive”