Calabria: “Io, il mio sogno e il derby di Champions! Theo, Brahim e Leao sono unici”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Nell’edizione di oggi del quotidiano spagnolo AS è uscita una lunga intervista al capitano del Milan Davide Calabria: oltre al focus ovviamente sull’Euroderby contro l’Inter, Calabria ha parlato di Maldini, Pioli, Kvaratskhelia e di alcuni compagni di squadra.

Davide Calabria, capitano del Milan

“Ho realizzato il mio sogno, anche se ho ancora qualche trofeo da vincere. Essere il capitano di uno dei migliori club del mondo, essendo cresciuto in una famiglia del Milan, è qualcosa di troppo grande. Il sogno della mia vita”.

Pippo Inzaghi e Sinisa Mihajlovic, i due che lo hanno lanciato

“Ho lavorato con Pippo anche nelle giovanili, con lui ho solo bei ricordi, abbiamo ancora un ottimo rapporto. Sinisa mi ha voluto in rosa dopo la preseason: non dimenticherò mai che gli devo molto”.

ULTIME NOTIZIE MILAN – DIETA, BASSO PROFILO E SOCIAL SPENTI: TONALI IN CLAUSURA A MILANELLO

Davide Calabria sul rapporto con Paolo Maldini

“Quando ero piccolo giocavo con suo figlio e non avevo nemmeno il coraggio di avvicinarmi a Paolo. Adesso abbiamo un rapporto molto sincero: sai che se hai bisogno di qualcosa lui c’è”.

Sul progetto vincente del Milan negli ultimi anni

“Abbiamo vissuto delle difficoltà, ma gli alti e bassi mi hanno fatto crescere, in un’entità come il Milan le responsabilità pesano di più. Adesso la società è sana, sono arrivati ​​giocatori importanti e, con loro, i risultati. Continueremo a crescere”.

ULTIME NOTIZIE MILAN – PENALIZZAZIONE JUVENTUS, L’ESPERTO: “DIFESA DEMOLITA! ECCO QUANTI PUNTI RICEVERANNO”

Sulla semifinale di Champions League contro l’Inter

“È la competizione più importante, ma dobbiamo considerarla come un punto di partenza e consolidarci, disputando questa competizione ogni anno. Ogni derby porta una pressione enorme e giocarlo in Europa è un’occasione unica. È qualcosa che andrà oltre il calcio, ma quello che amo è che c’è rivalità e, allo stesso tempo, enorme rispetto tra le due entità. Non vedo l’ora di viverlo”.

Milan-Napoli è stata anche Calabria VS Kvaratskhelia

“Ci siamo preparati per fermarlo a livello di squadra, chiudendo ogni spazio. E’ un giocatore che ha dimostrato di essere un top player appena arrivato in un club che ha fatto un campionato fantastico, che meritava di vincere e bisogna congratularsi con lui. Nell’uno contro uno è formidabile, ce ne sono pochi in Europa come lui. È stato bellissimo e stimolante”.

ULTIME NOTIZIE MILAN – VIERI: “LA STORIA E’ DEL MILAN, NON DEI GIOCATORI! INTER, NON PENSARLA COSI’…”

Calabria sui compagni di squadra: Leao, Brahim Diaz, Theo Hernandez

“Rafa ha un cambio di passo naturale che è impossibile da fermare. Se ti scappa, puoi solo sperare che sbagli. Ha un enorme potenziale. Brahim Diaz? Il suo talento si è visto appena è arrivato, sa collegare il gioco tra le linee e ci aiuta molto. Abbiamo un ottimo rapporto, dentro e fuori dal campo. Theo? Un altro bravo ragazzo, con il quale ho un saluto prima di ogni partita: non siamo superstiziosi, ma è già diventata routine. Ha una potenza di corsa quasi unica: è uno dei migliori terzini al mondo e penso che non abbia ancora realizzato il suo potenziale”.

Rendimento differente: Serie A e Champions League

“La Champions League ti toglie tante energie e se non hai tutti a disposizione il logoramento fisico è enorme. Detto questo, anche noi giocatori abbiamo una responsabilità. Dobbiamo giocare le partite di campionato come se fossero gare di Champions League”.

ULTIME NOTIZIE MILAN – “GENTE IN MUTANDE MI CHIEDEVA DA MANGIARE!”: L’EX DIRETTORE DI MILANELLO RACCONTA I DIETRO LE QUINTE DELL’EURODERBY 2003

Calabria sull’Inter, su Lautaro e Dimarco

“È una squadra di qualità e una grande squadra. Quest’anno il suo punto di riferimento è Lautaro: sta facendo una stagione incredibile e, in più, ha vinto il Mondiale. Dimarco è cresciuto e non sono sorpreso. Sarà una bella sfida: due italiani a tu per tu, difendendo i colori delle squadre in cui siamo cresciuti e per cui abbiamo tifato fin da piccoli”.

Chi preferiresti affrontare in finale di Champions?

“Real o City? Con un derby davanti, per me è difficile rispondere, anche se il sogno di vincere la Champions League è nelle nostre teste. È così per chiunque: gioco a calcio perché voglio vincere dei trofei. I giocatori di Inter, Madrid e City la penseranno allo stesso modo, ma dobbiamo essere tutti concentrati sulle semifinali”.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Davide Calabria

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate