Cagliari-Milan, Adli: “Pioli, io ci sono! A Tomori avevo detto…”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Intervistato nel postpartita di Cagliari-Milan, Yacine Adli ha parlato della sua prestazione e del poco spazio trovato fino ad ora

Tornato titolare oggi contro il Cagliari dopo quasi un anno dall’ultima volta, il centrocampista francese del Milan Yacine Adli ha rilasciato diverse dichiarazioni alle televisioni nel postpartita. Ecco le sue parole dopo Cagliari-Milan:

CAGLIARI-MILAN, RANIERI: PARTITA IN MANO, MA CONTRO I CAMPIONI BISOGNA ACCETTARE LE COSE”

Adli a Sky Sport

“Ho aspettato e sognato questa serata, ma ci voleva lavoro e ci voleva pazienza. Ce li ho avuti e ho dato tutto per questo momento. Ma è solo una partita e voglio fare di più. Voglio dimostrare che ci sono e che posso aiutare”.

Come ti trovi da mediano?

“Ho giocato un po’ ovunque: la posizione mi va bene. Quando Pioli mi ha detto di giocare davanti alla difesa, gli ho detto ‘Fammi giocare dove vuoi che ci sono'”.

Come è stato non giocare?

“È stato difficile certo, perché volevo giocare come tutti i calciatori, quindi ho cercato la felicità in altri modi. Ho sempre cercato di aiutare. Il primo giorno ho parlato con Pioli e mi ha detto che avremmo cambiato modo di giocare e che io non ero contemplato. Poi Tomori mi ha chiesto cosa avrei fatto e io gli ho detto: ‘Resto qui e vedrai che gioco'”.

CAGLIARI-MILAN, PIOLI: “POSIZIONE FINALE PASSA DA QUESTE PARTITE! ECCO DOVE VORREI VEDERE REIJNDERS”

Adli a MilanTV

“Bene, era una partita in cui abbiamo approcciato bene. Sapevamo fosse difficile, qua sappiamo che rischiamo con le loro ripartenza. Abbiamo iniziato bene, hanno fatto gol ma abbiamo continuato a giocare e abbiamo fatto due gol dopo il loro gol”.

Sulla titolarità: “E’ solo calcio, ma ero concentrato. Ho cercato di divertirmi, di giocare bene e sono felice”.

Sulla prestazione: “Ho sempre cercato di lavorare bene, il mister mi ha sempre aiutato e mi ha dato molti consigli. E’ solamente l’inizio”.

Sul futuro: “Volevo far vedere che ci sono e che posso essere una soluzione, poi il mister fa le sue scelte e sono disponibile”.

CAGLIARI-MILAN, LOFTUS-CHEEK: “GOL? IL PRIMO DI MOLTI! ORGOGLIOSO DELLA NOSTRA REAZIONE”

Adli a DAZN dopo Cagliari-Milan

Come valuti la tua partita? “Non era facile dopo un anno senza giocare, mi sono sempre preparato per giocare comunque. Ho provato a giocare con personalità, ho sempre avuto la fiducia del mister e dei miei compagni. Ho cercato di giocare come so fare, non ho inventato niente. È andata bene e sono felice”.

La sua fase di non possesso: “Dall’inizio della stagione ho cambiato ruolo, devo lavorare forte anche in fase difensiva. Mi aiuta tantissimo lo staff a imparare queste cose. Oggi sapevamo che era una squadra che poteva far male in ripartenza, ho cercato di dare sostegno ai miei difensori. Ho cercato di recuperare il pallone per aiutare la difesa”.

Le sensazioni prepartita dopo aver saputo di dover giocare: “Niente di speciale. Ero molto contento di partire da titolare. Ho cercato di giocare come so giocare, non ho inventato niente ed è andato bene. Sono felice per la squadra, il Milan è la cosa più importante”.

Che storia è quella di Adli al Milan? “Io mi sono sempre sentito bene in questo gruppo. Ho cercato sempre di lavorare sempre e di essere disponibile, l’ho fatto sempre senza mollare niente. Sapevo che un giorno sarebbe toccato a me. Ho cercato di far vedere che posso aiutare la squadra e lo farò sempre”.

CAGLIARI-MILAN, LE PAGELLE: SI SBLOCCA OKAFOR! BENE ANCHE REIJNDERS

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Cagliari Milan

Ultime news

Notizie correlate