Buffon sull’ex Milan Tonali: “Ho sdrammatizzato” Poi rivela il suo futuro

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Torna a parlare Gianluigi Buffon un anno dopo l’addio al calcio: l’ex portiere ha parlato anche del caso scommesse e dell’ex Milan Tonali

In una lunga intervista concessa al quotidiano Repubblica, l’ex portiere della Nazionale Italiana Gianluigi Buffon ha parlato del suo primo anno lontano dal calcio, del futuro proprio nel calcio e del caso scommesse che tra settembre e ottobre ha coinvolto, tra gli altri, anche l’ex Milan Sandro Tonali.

Le parole dell’ex portiere

Dopo aver ammesso le difficoltà del primo anno dopo il ritiro dal calcio giocato, Gianluigi Buffon ha dimostrato di avere le idee abbastanza chiare sul futuro: “Direttore sportivo? Dirigente? Di sicuro voglio essere operativo, non mi piace essere passivo“.

Nella seconda parte dell’intervista, Buffon torna sul caso scommesse che ha coinvolto l’ex giocatore del Milan, Sandro Tonali. L’ex portiere racconta: “Ho sdrammatizzato. Se hai sempre rispettato le regole certe cose ti offendono nel profondo. E già il fatto che uno si offenda è importante: ti rassicura di essere vivo e di avere ancora dei valori“. Poi torna sulla sua esperienza e sulle accuse che gli sono state rivolte durante la lunga carriera: “Io sicuramente a volte sono stato leggero. Ma mi rassicurava il fatto di sapere chi sono. E a volte mi prendevo licenze per questo“.

Ultime news

Notizie correlate