Brescia: una clausola salva Inzaghi? Il pasticcio di Cellino

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Non sembra placarsi il terremoto a Brescia dopo l’esonero dell’ex bomber e allenatore del Milan Filippo Inzaghi.

Come riporta la Gazzetta dello Sport, una clausola particolare nel contratto potrebbe salvare la panchina di Filippo Inzaghi.

Il licenziamento di SuperPippo non sarebbe consentito se la squadra occupa una delle prime 8 posizioni della classifica (in zona playoff, per intenderci). Attualmente, il Brescia è al terzo posto in piena lotta promozione.

-Leggi QUI anche: “Giroud ritrova Sarri: che feeling tra i due!”-

Ieri, il DS delle Rondinelle Francesco Marroccu ha confermato il fatto che Diego Lopez, dopo essere venuto a conoscenza del fatto che il suo ritorno non avrebbe consentito alla squadra di proseguire in modo sereno, ha rinunciato all’incarico.

Intanto Cellino è rientrato da Londra per seguire più da vicino la faccenda. La palla passa ora agli avvocati, che dovranno far luce sulla clausola che potrebbe permettere a Inzaghi di rimanere sulla panchina del Brescia.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate