Brahim Diaz, nostalgia Milan? Il Real Madrid detta una condizione

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Dopo soli 6 mesi al Real Madrid, Brahim Diaz avrebbe manifestato la volontà di tornare al Milan dato lo scarso impiego. Ma gli spagnoli non aprono al prestito

La storia d’amore tra Brahim Diaz e il Milan si è conclusa la scorsa estate, quando il trequartista spagnolo ha fatto rientro in Spagna per potersi finalmente giocare le sue carte al Real Madrid, club in cui è cresciuto. Tuttavia, alcuni rumors parlano di un trequartista iberico molto insoddisfatto di questo primo periodo nella capitale dato lo scarso minutaggio concessogli, ragion per cui si starebbe sviluppando un clamoroso scenario che vedrebbe Brahim Diaz tornare al Milan già nel prossimo mercato.

BRAHIM DIAZ, CHE COMBINI? ANCELOTTI SI ARRABBIA

Brahim Diaz e la nostalgia di Milan

Secondo quanto riportato in Spagna dal quotidiano sportivo El National, Brahim Diaz, che sta trovando poco spazio nel Real Madrid, vorrebbe andare via già a gennaio. La sua volontà è quella di tornare al Milan. Il Presidente Florentino Perez non chiude a questa possibilità, ma ad una condizione: niente prestiti, solo operazioni a titolo definitivo. Dal canto loro, i rossoneri non chiuderebbero le porte al trequartista, ma va trovato un accordo col club della capitale.

Dal momento del suo rientro a Madrid, gli era stato garantito un ruolo da protagonista ma, la totale esplosione di Bellingham e l’utilizzo con il conta gocce di Ancelotti, hanno relegato ai margini del progetto l’ex giocatore rossonero. Dopo nemmeno sei mesi, dunque, Diaz vorrebbe fare rientro proprio a Milano, nel club con cui ha vinto uno scudetto e dove si è sempre sentito al centro del progetto, tanto in campo quanto nello spogliatoio. Staremo a vedere se quella che al momento è solo una suggestione di mercato potrebbe realmente prendere corpo nelle prossime settimane.

ANCELOTTI: “DIAZ ORA HA UN’ARMA IN PIU’”

Come sta andando al Real Madrid

Dopo essere tornato al Real, salutando il Diavolo con ancora lo Scudetto sul petto, l’avventura di Brahim Diaz prosegue senza troppi squilli. Chiuso nelle rotazioni soprattutto dal già citato Bellingham – che, per rendimento, si avvicina ai numeri di Cristiano Ronaldo – l’ex fantasista rossonero ha disputato appena 107 minuti in Liga, pur scendendo in campo in sette partite ufficiali. Nonostante i pochi minuti a disposizione, è giusto considerare anche la rete realizzata contro il Las Palmas. A questi numeri si aggiungono anche i 9′ disputati in Champions League, contro l’Union Berlino di Leonardo Bonucci, che non è riuscito a saltare come un anno circa fa, in occasione dell’ultimo Milan-Juventus disputato.

La novità più importante relativa a Brahim Diaz, però, è stata riportata da AS pochi giorni fa: sarà convocabile dalla Nazionale marocchina nella prossima Coppa d’Africa, chiudendo così definitivamente la porta alla Spagna. Saranno contenti i tifosi del Marocco, che dopo l’ottima prova durante l’ultimo Mondiale avranno a disposizione anche uno dei talenti più interessanti del Real Madrid, reduce anche dalla semifinale di Champions con il Milan. La competizione continentale al via il prossimo gennaio diventa quindi una possibilità in più per mettere minuti in cascina, mostrarsi nuovamente sui più importanti palcoscenici mondiali e tornare protagonista.

ANCELOTTI: “DIAZ, CHE CRESCITA AL MILAN! NOTO DUE OTTIME QUALITA’”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

brahim diaz Milan

Ultime news

Notizie correlate