L’ex Milan Brahim Diaz: “A Pioli devo tanto. Su Maldini non mi compete, ma…”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Brahim Diaz ha parlato di Milan, di Maldini, di Leao, di Carlo Ancelotti e di Real Madrid: le belle parole dell’ex rossonero

Tra poco più di 24 ore, Brahim Diaz si giocherà la Champions League: l’ex Milan sfiderà a Wembley il Borussia Dortmund indossando la maglia dei suoi sogni, quella del Real Madrid. Intervistato dall’edizione di oggi di Repubblica, l’ex 10 rossonero ha parlato delle stagioni a Milanello, di Maldini, di Leao e di Carlo Ancelotti.

Le parole di Brahim

Brahim Diaz ha ricordato come sempre con piacere i 3 anni passati con la maglia del Milan: “Lo scudetto, i gol, gli assist e per l’atmosfera a Milanello, con compagni-amici e con Pioli, al quale devo tanto“. E poi, ovviamente, i tifosi: “Nel calcio italiano si respira la passione, la gente è futbolera“. Dopo un breve passaggio sull’addio di Paolo Maldini (“Non mi compete, ma se mi chiede se mi sono stupito della rinuncia a lui, le rispondo di sì“), il fantasista del Real Madrid ha parlato dell’amico Rafael Leao: “l mio grande amico Rafa è fortissimo, uno di un livello diverso, la 10 ha un ottimo proprietario“. Infine, ovviamente, Carlo Ancelotti: “E’ un padre per noi, è anche affettuoso e ci fa sentire al centro“.

Ultime news

Notizie correlate