Brahim Diaz, che combini? Ancelotti si arrabbia

I più letti

Andrea Roderi
Studente universitario, appassionato di radio, podcast e Milan. Aspirante giornalista professionista.

Brahim Diaz ha scelto il Marocco, nonostante i lunghi anni nelle giovanili della Spagna. Il Real di Ancelotti, però, non è contento.

Dopo un tira e molla durato mesi, Brahim Diaz ha finalmente deciso: come riporta AS, sarà convocabile dalla Nazionale marocchina, chiudendo così definitivamente la porta alla Spagna. Saranno contenti i tifosi del Marocco, che dopo l’ottima prova durante l’ultimo Mondiale avranno a disposizione anche uno dei talenti più interessanti del Real Madrid, reduce anche dalla semifinale di Champions con il Milan. A essere scontento, però, è il Real Madrid, che non vede bene la quasi certa convocazione in Coppa d’Africa.

ANCELOTTI: “DIAZ ORA HA UN’ARMA IN PIU'”

Brahim Diaz in Coppa d’Africa

Al centro della polemica, come spesso accade, c’è la Coppa d’Africa, che si disputerà a partire dal 24 gennaio 2024 e che renderà non reperibili i giocatori delle Nazionali africane per almeno un mese. Nel caso di Brahim Diaz, il torneo potrebbe durare fino alle battute finali, dal momento che il Marocco è certamente tra le squadre favorite a portarsi a casa l’ambito trofeo. In realtà, la storia di Brahim con la Nazionale è interamente a tinte rosse: l’ex numero 10 del Milan ha percorso tutta la trafila delle giovanili della Spagna, prima di esordire in Nazionale maggiore (naturalmente, per un’amichevole) in occasione del 4-0 rifilato alla Lituania. Durante il match, tra l’altro, Brahim aveva realizzato il suo primo gol con le Furie Rosse (seppur non ufficiale). Da quel momento in poi, la Spagna di Luis Enrique prima e di Luis de la Fuente poi lo hanno totalmente ignorato, lasciandolo a casa in tutte le occasioni. Lo scontento del Real Madrid per la scelta di Brahim è palpabile: perdere una riserva così importante per tutto il mese di febbraio è un rischio che Carlo Ancelotti non vuole correre.

ROMERO IN CONFERENZA: “IO ALLA BRAHIM DIAZ, MAI SENTITA LA PRESSIONE”

Come sta andando al Real Madrid

Dopo essere tornato a Madrid, salutando il Milan con ancora lo Scudetto sul petto, l’avventura di Brahim Diaz prosegue senza troppi squilli. Chiuso nelle rotazioni soprattutto da Bellingham – che, per rendimento, si avvicina ai numeri di Cristiano Ronaldo – l’ex fantasista rossonero ha disputato appena 107 minuti in Liga, pur scendendo in campo in sette partite ufficiali. Nonostante i pochi minuti a disposizione, è giusto considerare anche la rete realizzata contro il Las Palmas. A questi numeri si aggiungono anche i 9′ disputati in Champions, contro l’Union Berlino di Leonardo Bonucci, che non è riuscito a saltare come un anno circa fa, in occasione dell’ultimo Milan-Juventus disputato. Il Marocco diventa quindi una possibilità in più per mettere minuti in cascina, mostrarsi nuovamente sui più importanti palcoscenici mondiali e tornare centrale, almeno in Nazionale. A discapito del Real Madrid, che dovrà probabilmente trovare un’alternativa durante la Coppa d’Africa.

ANCELOTTI: “DIAZ, CHE CRESCITA AL MILAN! NOTO DUE OTTIME QUALITA'”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

brahim diaz

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate