Borghi: “Milan, questa è presenza! Chukwueze, niente De Ketelaere bis”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Borghi parla di Genoa-Milan: il peso della vittoria e lo sprono a Chukwueze

Stefano Borghi, telecronista di DAZN, è intervenuto sul proprio canale Youtube per il solito “Super commento” alla giornata di Serie A appena conclusasi. In questo caso, dunque, ha parlato di Milan riferendosi alla trasferta di Marassi contro il Genoa e toccato diversi temi, tra i quali diversi singoli come Samuel Chukwueze e Luka Jovic. Di seguito, lo stralcio di dichiarazioni nel video.

BORGHI: “MILAN, LEAO VA SOTTOLINEATO: ESSERE ONESTI VUOL DIRE ANCHE QUESTO”

Che partenza!

“Nella partenza del Milan c’è stato sì il botto subito nel derby, che poteva avere conseguenze molto più forti. C’è stato qualche scossone, ma tutto è stato fatto rientrare da una perfetta gestione in primis della conduzione tecnica, dalla qualità del mercato fatto e credo anche dalla mentalità del gruppo. Al di là del derby, il Milan ha vinto 7 partite su 8. E questo è un riscontro veramente importante per una squadra totalmente rinnovata, che ha messo dentro giocatori arrivati da altri campionati con di fronte a sé test importanti”.

“È stata una vittoria estremamente significativa anche quella di sabato sera a Marassi, perché di fronte c’era un Genoa che ha fatto un avvio di campionato molto molto buono. Poteva addirittura esserci qualche punto in più per il Grifone. Ma è una squadra neopromossa, implementati in tanti settori, alcuni non pronti da subito come Messias e Malinovskiy. Il Genoa ha fatto il suo, è andato vicino a fare un altro risultato di rilievo contro una grande. È trascinato da un ambiente che renderà Marassi un campo scomodo per chiunque, e quindi grandi complimenti”.

CARDINALE DOPO GENOA: “MILAN, CHE CARATTERE! ORGOGLIOSO PERCHÉ…”

Jovic, Chukwueze e… la presenza

Poi, Borghi passa a parlare di qualche singolo e ribadisce il peso della vittoria del Milan a Genova:

“La partita l’ha vinta il Milan, una partita che si poteva incastrare per tutte le qualità dell’avversario che ho elencato, per la scelta o la necessità di Pioli di fare una turnazione profonda. Io sinceramente, quando ho avuto la comunicazione della formazione del Milan, stavo finendo il post partita del derby di Torino e ho pensato fosse un filo un azzardo cambiare tutto il tridente. Jovic mi sembra molto indietro, ha bisogno di aumentare tantissime cose per essere elemento utile. Io Okafor continuo a pensarlo come prima alternativa a Olivier Giroud, che poi è stato grande eroe della partita (ride, ndr). Chukwueze può e deve dare moltissimo di più di quanto visto finora. È un giocatore ancora un po’ inceppato, incastrato. Ma non deve subire la pressione: il caso De Ketelaere è abbastanza fresco in casa Milan e io non credo ci siano le condizioni per ripetere queste difficoltà. Però Chukwueze deve aiutarsi da solo, fare di più, e un gol lo può sbloccare”.

“Questa è una vittoria molto importante per il Milan, perché adesso si va alla sosta e quel che viene fatto appena prima ha echi per due settimane, anche se i giocatori vanno in Nazionale e si resta in pochi a lavorare. Aver vinto una partita del genere con una dimostrazione di presenza così, è una dimostrazione importante. Adesso arriverà una settimana importantissima che darà un segno alla sua stagione. Arrivarci con questo bonus può dare una grossa mano per le ambizioni”.

GENOA-MILAN, CERRUTI: “PIOLI HA SBAGLIATO, MA SE SI VINCONO QUESTE PARTITE…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

borghi genoa milan

Ultime news

Notizie correlate