Ordine: “Il frullato rossonero ha un buon sapore! Milan diverso a Bologna perché…”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Una prestazione convincente e promettente: il commento di Franco Ordine alla prima del Milan nella Serie A 2023/2024, terminata 0-2 sul campo del Bologna di Thiago Motta

Anche Franco Ordine ha commentato la prima uscita del Milan, vittorioso per 0-2 sul campo del Bologna all’esordio in Serie A. Sulle colonne de Il Giornale, il giornalista si è detto soddisfatto di una prestazione convincente del Milan a Bologna soprattutto nel primo tempo, una prestazione “promettente” nella quale i nuovi talenti hanno subito mostrato il perché la nuova area tecnica ha deciso di puntare su di loro.

“Il talento paga”

Nell’editoriale di Franco Ordine, dal titolo “Il frullato rossonero ha un buon sapore“, un’analisi nel dettaglio di BolognaMilan con spazio ai nuovi arrivati subito “in vetrina”.

“Un tempo per far vedere le stelline, un tempo per custodire il 2 a 0. Ecco il nuovo Milan diverso, molto diverso da quello della passata stagione che taglia il primo traguardo con 3 punti preziosi e una esibizione calcistica di buon livello, promettente bisogna aggiungere. Il talento paga. E il talento si vede quasi subito appena un paio dei nuovi acquisti si mettono in vetrina. Pulisic organizza il primo sigillo col contributo di Reijnders, sempre Pulisic organizza e rifinisce il secondo scambio con Giroud firmando il 2 a 0 che sembra chiudere la sfida. Nella ripresa Pioli e i suoi hanno il controllo della partita con fare da squadra collaudata ed esperta”.

“C’è bisogno di uno spavento grande così (traversa schiantata dopo 25 secondi da Lykogiannis) per far capire al Milan i rischi della serata del debutto con Gerry Cardinale arrivato in tribuna per l’occasione. E l’effetto è virtuoso perché Pioli vede i suoi impossessarsi del pallino del gioco ed esibire oltre che un inedito 4-3-3 anche un gioco spumeggiante. A esaltare il suo palleggio provvedono un paio di nuovi arrivati, Pulisic e Reijnders che ripuliscono ogni pallone e diventano i protagonisti dei migliori 25 minuti fin qui visti. Il disegno tattico è molto semplice: Loftus Cheek resta in garitta per dare una mano a Krunic, l’olandese invece scivola alle spalle di Leao che gira in altre posizioni. Il pallone scorre che è un piacere e dal piede ispirato dell’ex Chelsea Pulisic parte il lancio che Reijnders rifinisce verso il centro dell’area dove irrompe Giroud per firmare il primo sigillo della stagione”.

“Nel giro di altri dieci minuti, il Milan passa sul 2 a 0 con una di quelle trame classiche – dai e vai – confezionata tra Pulisic e Giroud: l’americano dal limite, con un destro violento e angolato, toglie la ragnatela alla porta del Bologna. La perfomance milanista si esaurisce più tardi su un sinistro violento di Giroud deviato in angolo con un prodigio da Skorupski. Il Bologna cambia marcia nella ripresa e non a caso in coincidenza dell’ingresso di Orsolini che conferisce maggiore consistenza agli attacchi che diventano serrati. Un po’ per il caldo umido (i rossoneri restano sul campo durante l’intervallo), un po’ per il passo del rivale, il Milan si vede costretto ad arretrare di qualche metro e a tradire qualche sbavatura difensiva, specie sul fianco destro dove Pulisic non arretra abbastanza. Il palo esterno di Ndoye e un tiro di Aebischer deviato da Maignan ne sono pubblica testimonianza”.

“I quattro cambi in uno slot solo da parte di Pioli sono la risposta agli affanni rossoneri e alla necessità di schierare forze fresche: Kalulu, Pobega, Okafor e Chukwueze sono i prescelti, ruolo per ruolo a metà ripresa. Stesso provvedimento di Thiago Motta nel finale di frazione con qualche giovanotto alle prime esibizioni, segno che i lamenti del tecnico per il mercato deficitario non sono così pretestuosi. A dire il vero il Milan concede il possesso palla e soltanto in occasione dell’ultimo assalto condotto in solitario da Leao colpisce il palo”.

ARTICOLI CORRELATI
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

bologna milan ordine pulisic

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate