Bologna-Milan 0-2, l’analisi tattica di Bottoni: “C’è tanto da sistemare…”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Il Milan vince a Bologna ma mostra ancora alcune “vecchie” lacune: l’analisi tattica di mr. Emanuele Bottoni del primo match della stagione dei rossoneri

Torna la Serie A, torna il Milan e torna LA STANZA DI BOTTONI in esclusiva sul canale Youtube di Radio Rossonera: insieme a mr. Emanuele Bottoni abbiamo condotto l’analisi tattica del match di Bologna, provano a capire cosa è andato per il verso giusto nella fase offensiva e cosa invece non ha funzionato in quella difensiva. Nonostante il passaggio sulla carta al 433, a Bologna il Milan ha mostrato alcune lacune difensive simili allo scorso anno quando la squadra giocava con il canonico 4231, lacune evidenziate nell’analisi tattica. Di seguito, l’introduzione di mr. Emanuele Bottoni e in seguito l’approfondimento su alcune azioni difensive che non sono andate per il verso giusto:

“E’ la prima partita ufficiale, aspetto non da poco che va messo in evidenza: non si è al meglio atleticamente e come assemblaggio della squadra. E’ quindi ovvio che il risultato assume un’importanza straordinaria, anche se ci sono delle cose che non hanno convinto. Il Bologna ha fatto un buon calcio, il Milan ha incontrato una squadra ben assemblata e che sa bene cosa fare in campo: per una squadra che cerca una nuova identità, non era un avversario facile”

La fase offensiva del Milan: il primo gol

“Le occasioni del Milan in totale sono i due gol segnati, il tiro al volo di Giroud di sinistro e poi nel secondo tempo due tiri da fuori (Reijnders, Pobega) e il palo di Rafael Leao. Una produzione consistente ma non ricca, il Bologna ha prodotto qualcosa in più del Milan”.

bologna-milan bottoni 1

“Bellissima azione, Pulisic fa una grande cosa: controlla la palla, la ammaestra e se la porta sul mancino mettendo una palla ottima sul secondo palo, aspetto che negli anni passati sottolineavamo sempre in quanto zona sguarnita in fase offensiva. Leao attacca centralmente, bravo Reijnders a non stare in linea con Leao ed attaccare il secondo palo: giocata tecnica eccellete di Pulisic, giocata tecnica eccellente di Reijnders”

La fase difensiva: tanto da rivedere

“Nei primi minuti di gioco del Milan si comprende sempre la tattica di principio, cosa l’allenatore ha spiegato ai propri giocatori. Qui si parla di secondi, visto che nella prima azione del Bologna c’è un buco a centrocampo che si rivedrà nel corso della partita. Cosa è cambiato col nuovo 4-3-3? Niente, l’anno scorso erano 4 difensori con Bennacer davanti, quest’anno 4 difensori con Krunic. Tonali era alto, come lo è Reijnders, e Diaz il trequartista come lo è Pulisic, sono le stesse situazioni di gioco. Se tu cambi uomini ma non modo di intepretare il gioco allora è inutile discutere di moduli. Quando il Milan va a fare una pressione spaccata non ha senso, qui lascia 30 metri al giocatore del Bologna”.

bologna-milan bottoni 5

“Si crea una situazione in cui il Milan è messo male, e manca in questo caso un esterno destro a livello strutturale. Calabria si stacca dall’uomo, va a coprire Lykogiannis ma riesce comunque a tirare in porta. Thiaw cambia uomo e rimane un uomo libero in mezzo all’area (cerchiato), con Pulisic e Loftus-Cheek che non sono utili a Calabria. I tre centrocampisti, uniti dalle frecce rosse, sono messi come l’anno scorso erano messi Tonali, Diaz e Bennacer. In queste situazioni bisognerebbe che l’esterno aiuti, con Loftus-Cheek sulla stessa linea di Krunic per dare densità. Ieri è mancato l’inglese, non so se per una questione fisica o perché non ha ancora compreso le indicazioni”.

bologna-milan bottoni 2

Confusione

“In quest’azione puoi essere sì sballato a livello di posizioni dentro il campo, ma il Bologna è in palleggio e non in contropiede. Il Milan ha una squadra posizionata male, con criteri sbagliati e tanta confusione: ci sono 4 giocatori del Milan contro quello che ha la palla del Bologna mentre si crea un 3 vs 1 contro Calabria sulla sinistra. Non è normale, se Ndoye scarica la palla dietro crea una grandissima occasione da gol. Se la palla arriva a Barella o a Chiesa è gol. Quando affronteremo Inter, Roma, Juventus e le partite di Champions League dovremo essere più accorti ed essere più equilibrati visto l’avversario”.

bologna-milan bottoni 3

I terzini dentro al campo

“C’è un’altra situazione difensiva che coinvolge Calabria e la scelta di Stefano Pioli di giocare con i terzini dentro al campo. Premessa: in quest’azione Loftus-Cheek era un po’ arrivato fisicamente, era un po’ sulle gambe e ha perso palla in maniera abbastanza goffa. Calabria battezza il possesso del compagno e si butta in una percussione centrale, esattamente come Theo Hernandez già posizionato nel cerchio di centrocampo. Due terzini dentro il campo mi sembra una forzatura inutile, tutti e due al centro non ha tutta questa logica. Loftus-Cheek perde palla e si crea un 1vs1 con Calabria, che arriva sbilanciato perché era troppo avanti e viene superato. La palla gol è clamorosa, se Ndoye da palla a Orsolini è gol e non ci puoi fare nulla”.

bologna-milan bottoni 3

Un’azione vista e rivista

“Nel secondo tempo, il Milan subisce una cosa vista e rivista in queste stagioni. La classica azione che l’Inter fa in faccia al Milan, l’ha fatta con Brozovic nel derby di andata di Serie A e Mkhitaryan in quello di Champions League. L’attaccante del Bologna fa un movimento da esca, il centrocampista parte con l’inserimento e si ritrova 1vs1 col portiere. Fortuna vuole che Reijnders è veloce e l’offendente del Bologna ha forse sbagliato la scelta, potendo fare di meglio sia nella conclusione che servendo un uomo solo sulla sinistra. C’è molto da sistemare, c’è tantissimo lavoro da fare: se vuoi giocare con le mezzali alte e i terzini dentro al campo, con le pressioni alte di tutti i reparti”.

bologna-milan bottoni 8

CLICCA QUI PER RIVEDERE LA PUNTATA INTEGRALE DE “LA STANZA DI BOTTONI” CON L’ANALISI TATTICA DI BOLOGNA-MILAN E SCOPRIRE QUALI ALTRE SITUAZIONI I ROSSONERI AVREBBERO POTUTO GESTIRE MEGLIO

ARTICOLI CORRELATI
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

bologna milan analisi tattica

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate