Bocchetti: “Milan? Preferisco giocare male e fare punti”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Il nuovo allenatore dell’Hellas Verona ed ex difensore rossonero Salvatore Bocchetti ha presentato la sua prima sfida da tecnico scaligero, sfida che lo vedrà opposto proprio al Milan domenica sera allo stadio Bentegodi (20.45). Di seguito le sue parole riportate da Tuttomercatoweb.

Si è parlato di un Verona poco intenso: riproporrà gli schemi d’attacco dello scorso anno?
“Quello che mi viene meglio è quel calcio, fatto di aggressione e pressing, quindi l’obiettivo è quello”.

Si sente pronto?
“È un ruolo molto importante, ma ce la metterò tutta per dare il mio contributo. La società ha bisogno, io ho entusiasmo e voglia di iniziare”.

Da cosa ripartirà nei rapporti con lo spogliatoio?
“Da quello che di buono è stato fatto lo scorso anno. In settimana abbiamo dovuto lavorare psicologicamente, abbiamo cercato di ripristinare la mentalità di gioco dello scorso anno”.

LEGGI QUI ANCHE   -KALULU: “PRESSIONE? NON LA SENTO, SE VINCI SUBITO TI SEMBRA… FACILE”-

Col Milan sarà un battesimo di fuoco per lei: come sta la squadra?
“Non posso dirlo immediatamente, almeno in quello un po’ d’esperienza ce l’ho. Abbiamo tanti infortunati e qualche squalificato, ma c’è da rimboccarsi le maniche e dare tutto, perché per noi è una gara fondamentale. Poi, quando torneranno gli infortunati, ben venga”.

Il suo maestro è Gasperini, e il primo figlio Juric… È questo il tipo di calcio che proverà a riportare?
“È il calcio che mi ha segnato da calciatore e da allenatore. Si tratta solo di apportare qualche modifica personale, ma grossomodo l’idea è quella”.

LEGGI QUI ANCHE   -YACINE ADLI: L’OGGETTO MISTERIOSO DEL MILAN-

Qual è l’umore dello spogliatoio?
“C’è un po’ di sconforto, ed è normale dopo un esonero, che è la sconfitta di tutti. Ma come dicevo prima ho cercato di lavorare sulla testa in settimana, portando il mio entusiasmo: vedremo come risponderà la squadra”.

Come si prepara la sfida col Milan?
“È difficilissimo, parliamo di una delle pretendenti al titolo. Ma contava trasmettere entusiasmo e tranquillità ai ragazzi, mostrando magari cose che stavano dimenticando. Domenica dovremo mettercela tutta e recuperare lo spirito che ci ha contraddistinto in questi anni”.

Spera di recuperare il bel gioco degli anni passati?
“Domenica preferirei giocare male e fare qualche punto. Poi il gioco spero che possa arrivare, più avanti”.

Segui la nostra pagina Facebook per sapere tutto quello che succede nel mondo Milan!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Bocchetti

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate