Boban: “Maldini al Milan rappresenta tutti noi” Poi racconta la telefonata

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Zvonimir Boban è tornato a parlare di Paolo Maldini e della sua importanza per il Milan, raccontando poi un episodio accaduto alcuni anni fa

Intervenuto a Sky Sport, l’ex giocatore e dirigente rossonero Zvonimir Boban ha parlato in merito al mondo Milan e al suo rapporto con Paolo Maldini. Il croato ha poi raccontato un aneddoto, risalente a qualche anno fa, in merito all’addio di Leonardo come dirigente, che ha coinvolto anche l’ex Capitano e bandiera del club.

Le parole di Boban

“Dopo tre anni e mezzo, quasi quattro, Paolo mi chiama insieme a Leonardo, che voleva andare via. Maldini non sapeva se fosse rimasto, io gli ho detto che doveva rimanere perché era molto più milanista di quello che il Milan è oggi, con tutto il rispetto per chiunque. Un Maldini nel Milan rappresenta tutti noi, tutti i tifosi del Milan. Gli ho detto che non poteva andarsene via e poi si vedeva che voleva rimanere. Il Milan per lui è la vita. Poi mi ha chiesto di andarci”.

Ultime news

Notizie correlate