Tag Archives

2 Articles

Posted by redazionevirtuale on

Milan-Atalanta 1-1, the day after! Le prestazioni di Donnarumma, Kjaer e Laxalt

Milan-Atalanta 1-1, the day after! Le prestazioni di Donnarumma, Kjaer e Laxalt

MILAN-ATALANTA- Venerdì sera sono scese in campo le squadre più in forma del campionato. Per la squadra rossonera ben tre titolari su quattro assenti in difesa e Biglia al posto dello squalificato Bennaccer a centrocampo. Malgrado le numerose assenze il Milan non perde la sua identità di gioco e dopo i minuti iniziali riesce a prendere le misure al pressing dell’Atalanta ed arginare senza troppe difficoltà le azioni offensive della squadra bergamasca. I centrali rossoneri cercano spesso la palla lunga su Ibrahimovic che riesce sempre a ripulire i palloni giocando di sponda verso i compagni, riuscendo così a eludere il pressing avversario. Al 14′ Chalanoglu su un calcio piazzato da posizione defilata trafigge Gollini con una traiettoria che a molti ha ricordato la rete di Beckham contro il Genoa nella stagione 2008-2009. Il turco sembra finalmente essersi tolto l’etichetta d’eterno incompiuto e partita dopo partita sta trascinando il Milan in questo finale di stagione.
Dieci minuti più tardi una clamorosa ingenuità di Biglia provoca il rigore che Donnarumma, alla prima da capitano, neutralizza ipotizzando Malinovsky.
La pressione dell’Atalanta sale e sull’unica disattenzione della difesa rossonera la squadra bergamasca trova il pareggio con Zapata che al 34′ sfrutta un rimpallo in area e si libera davanti a Donnarumma che non riesce ad evitare la rete.
Nel secondo tempo entrambe le squadre hanno l’occasione di portare a casa la vittoria, il Milan ci va vicino con Bonaventura che con un tiro da fuori colpisce il palo, mentre l’Atalanta sfiora il vantaggio con Gomez che spedisce a lato di poco un ottimo assist di Muriel.

Un pareggio che alla squadra rossonera serve a poco. Ci sono comunque molti aspetti positivi che possono dare ancora più consapevolezza a questa squadra. Nonostante le numerose assenze la squadra rossonera è riuscita a mantenere la sua identità riuscendo a non soffrire particolarmente la squadra che a detta di tutti esprime il miglior calcio d’Italia. Un banco di prova importante superato per la squadra di mister Pioli.

DONNARUMMA- Salgono a 3 i rigori parati in questo campionato, 4 se consideriamo anche il rigore parato a Ronaldo nella semifinale di ritorno di Coppa Italia. Alla sua età nessuno come lui era riuscito a neutralizzare così tanti tiri dagli undici metri. Analizzando tutta la carriera, in Europa, risulta secondo solo ad Handanovic per percentuali di rigori neutralizzati, 34,3% contro il 35,7% del cugino interista.

Alla prima apparizione ufficiale con la fascia di capitano Donnarumma si è dimostrato ancora una volta uno dei portieri più forti attualmente in attività. Vista la sua giovane età, solo 21 anni, e ancora tutta la carriera davanti a sé il Milan non deve assolutamente lasciarsi scappare questo ragazzo e cercare in tutti i modi di rinnovare il contratto in scadenza nel 2021 per costruire su di lui il Milan del futuro.

KJAER- Ennesima grande prova del difensore danese. Non in perfette condizioni visti i numerosi assenti è stato praticamente costretto a scendere in campo stringendo i denti dimostrando ancora una volta di essere una pedina fondamentale per la difesa rossonera. Riesce ad annullare Zapata che, tralasciando la rocambolesca azione del goal, non ha mai visto palla. Si fa anche notare in fase d’impostazione con lanci ben calibrati per le sponde di Ibrahimovic.

Prezioso il suo riscatto. Un giocatore di sicuro affidamento sul quale il Milan potrà contare anche per la prossima stagione.

LAXALT- Giusto soffermarsi sulla prestazione del giocatore uruguaiano. Malgrado il suo sicuro addio a fine campionato, salvo colpi di scena, è sceso in campo tra i dubbi e le perplessità della tifoseria rossonera. Non ha di certo sfigurato nonostante le aspettative non molto rosee rendendosi anche pericoloso in fase offensiva con una conclusione da fuori area respinta in corner da Gollini. Ha disputato una partita diligente non cercando giocate rischiose e dando una discreta mano sia in fase difensiva che in fase offensiva.

In questa stagione le sue presenze si possono contare sulle dita di una mano e probabilmente la partita di venerdì è stata la sua ultima con la maglia rossonera. La sua prestazione è stata comunque una nota positiva. Sirene russe per lui, vedremo se la dirigenza rossonera riuscirà a piazzare Laxalt nella prossima sessione di mercato e trovare un degno ricambio a T. Hernandez per il ruolo di terzino sinistro.

Cristian Claretti

Photo Credits: AcMilan.com

Posted by Redazione Rossonera on

Pagelle Milan-Atalanta 2-2: Suso ispirato, Calhanoglu e Kessié in serata no

Pagelle Milan-Atalanta 2-2: Suso ispirato, Calhanoglu e Kessié in serata no

PAGELLE MILAN-ATALANTA 2-2 – Altra battuta d’arresto per il Milan di Gennaro Gattuso. I rossoneri non riescono ad andare oltre un pareggio per 2-2 contro un Atalanta che ha creato pochi pericoli ma ha avuto il merito di saper stare in partita anche nei momenti peggiori del match. Tra le note positive di serata un Suso dispensatore di assist; sotto la sufficienza invece le prestazioni di Calhanoglu e Kessiè.

PAGELLE MILAN-ATALANTA 2-2 – I voti della nostra redazione

DONNARUMMA 5,5 – Non ha particolari responsabilità sulle due reti orobiche ma continua a non trasmettere sicurezza al reparto specie nelle uscite alte e in fase di costruzione palla al piede. AAA CERCASI MIRACOLI

CALABRIA 5,5 – Dei quattro di difesa è l’unico a giocare una partita al di sotto delle proprie possibilità. Sfortunato ma colpevole in occasione del primo goal dell’Atalanta. SCOSTANTE (dal 66′ Abate 5,5 – Nonostante la freschezza non riesce a garantire lucidità nelle scelte di gioco. Sbaglia l’unico cross effettuato da buona posizione. ANCORA TU)

ROMAGNOLI 6+ – Gioca un primo tempo da assoluto dominatore sulle palle alte. Nella ripresa fatica a tenere in piedi l’intero reparto difensivo ma le colpe non sono solo sue. MURO MA NON DI GRANITO

MUSACCHIO 7- – Dalle sue parti non si passa! Bravissimo a vincere due 1 contro 1 nel primo tempo, nella ripresa sbaglia qualche appoggio ma rimedia sempre ai propri errori. Sicuri sia destinato alla panchina a favore di Caldara? TITOLARE

RODRIGUEZ 7+ – Il terzino svizzero conferma le ottime prestazioni recenti. Il salvataggio sulla linea negli ultimi minuti resta impresso nella nostra memoria ma di fatto, in fase difensiva, la sua gara è stata ai limiti della perfezione. Se solo spingesse di più… ICEBERG

BIGLIA 5,5 – Non eccelle in nessuna delle due fasi anzi… Non precisissimo nel tenere la distanza tra difesa e centrocampo e poco propositivo in fase di costruzione. SCORDATO

KESSIÈ 5 – Peggiore in campo per distacco: tanta confusione con la palla tra i piedi, poca qualità e molta meno corsa del solito. PAUSA DI RIFLESSIONE

BONAVENTURA 7,5 – Difficile pretendere di più da una mezzala offensiva: inserimenti costanti (1 goal, 1 palo e 1 goal annullato dalla VAR), corsa, qualità, quantità e sacrificio. JACK DI CUORI (dal 74′ Bakayoko 6+ – Corsa e caparbietà gli garantiscono la sufficienza. Il “+” aggiuntivo è merito di alcune interessanti trame di gioco. SCOPERTA

SUSO 7,5 – Decide di giocare una partita completamente a servizio della squadra: 2 assist e almeno altri 2 palloni eccellenti spediti in aerea e non concretizzati da Higuain prima e da Calhanoglu poi. Inoltre, sempre presente in fase di copertura. RESUSCITATO

CALHANOGLU 5+ – Rispetto a Kessiè ha il “merito” di farsi vedere poco nel vivo dell’azione commettendo pertanto meno errori ma la sua prestazione ricalca pressapoco quella incolore contro il Cagliari. FUORI FASE (dall’85’ CASTILLEJO 5+ – Nei 12 minuti gioco (recupero compreso) sbaglia praticamente tutto. Tatticamente indisciplinato non garantisce copertura aggiuntiva sul versante sinistro così come non garantisce sfoghi offensivi in ripartenza. LISCIO

HIGUAIN 7 – Pronti via ed è subito goal. Costruisce ottime trame come fosse un regista offensivo e non perde mai un duello individuale palla a terra. Peccato non sia riuscito a concretizzare le altre ghiotte opportunità da rete. ADRENALINICO

GATTUSO 4,5 – A mente fredda il cambio Bakayoko-Bonaventura continua a non avere alcun senso così come l’ingresso di un Castillejo costretto a fare il “terzino aggiunto”, per quel ruolo sarebbe stato sicuramente meglio Laxalt. La squadra continua a staccare la spina nei momenti chiave del match e certamente ciò non va in suo favore. HOUSTON ABBIAMO UN PROBLEMA

PAGELLE MILAN-ATALANTA 2-2 – I voti dei tifosi

DONNARUMMA 5;

CALABRIA 5, MUSACCHIO 6,5, ROMAGNOLI 5,5, RODRIGUEZ 7-;

KESSIÈ 5, BIGLIA 6-, BONAVENTURA 7;

CALHANOGLU 4,5, SUSO 7,5,  HIGUAIN 7;

ABATE 5, BAKAYOKO 5,5, CASTILLEJO 4,5

GATTUSO 5

Donato Boccadifuoco

it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian