Tag Archives

21 Articles

Posted by Redazione Rossonera on

Brescia-Milan, il focus sui nostri avversari della prossima giornata

Brescia-Milan, il focus sui nostri avversari della prossima giornata

BRESCIA-MILAN – Dopo la la spettacolare rimonta con l’Udinese il Milan si prepara ad incontrare una squadra che si trova in fondo alla classifica, ma non per questo meno temibile. Andiamo a scoprirla meglio.

Ultimo precedente

L’ultimo precedente del Milan in casa del Brescia risale al al 23 aprile 2011 e terminò 1 a 0 con gol di Robinho.

Precedenti famosi

Tra i precedenti più ricordati dai milanisti c’è senza dubbio l’ultimo, risalente al 2011. Con i tre punti conquistati al Rigamonti grazie alla rete di Robinho il Milan si avvicinò ulteriormente allo scudetto, conquistato poi a Roma due settimane più tardi.

Ultime gare del Brescia

Il Brescia è attualmente penultimo in serie A ma è reduce da un buon pareggio contro il Cagliari.

Ultime gare del Milan

Il Milan arriva allo scontro lanciato dopo la vittoria all’ultimo con l’Udinese ma ancora in cerca di conferme.

Curiosità sugli avversari

Il Brescia, la cui tifoseria è gemellata da 20 anni con quella del Milan, è stata una delle prime squadre italiane ad organizzare una tournée oltreoceano. Era il 1928 e la squadra lombarda volò in America dove giocò 10 partite ottenendo sei vittorie e quattro sconfitte. Per fare questo chiese in prestito luci giocatori ad altre squadre italiane. L’esperienza si rivelò azzeccata economicamente visto che portò nelle casse bresciane 30000 dollari, all’epoca una cifra molto importante.

Allenatore avversario

Eugenio Corini, tornato alla guida delle Rondinelle dopo la parentesi Grosso, ha un bilancio decisamente negativo contro il Milan: 5 incroci, 5 sconfitte. Non va meglio contro Stefano Pioli. Nell’unica partita che ha visto i due tecnici contro l’ha spuntata Pioli. Era il gennaio del 2017 e l’Inter di Pioli vinse 1 a 0 in casa del Palermo allenato da Corini.

Storico arbitro con le due squadre

A dirigere la sfida sarà Paolo Valeri. Il fischietto Roma ha diretto 27 volte il Milan, con i rossoneri che hanno vinto 16 volte, pareggiato quattro volte e perso sette volte. Sono sei invece i precedenti del Brescia con Valeri, tra Serie A, Serie B e Coppa Italia. Le Rondinelle che hanno vinto tre volte, pareggiato una volta e perso due volte.

A fianco dell’arbitro romano ci saranno gli assistenti Bindoni e Prenna, il quarto uomo Giua, il Var Di Bello e l’assistente Var Longo.

Ex e doppi ex

L’ex più atteso, ovvero Mario Balotelli, non ci sarà dopo l’espulsione nell’ultima partita contro il Cagliari. Supermario, cresciuto a Brescia, ha giocato nel Milan dal gennaio 2013 all’agosto 2014 e poi ha vestito nuovamente rossonero dall’agosto 2015 al giugno 2016. Gioco con il Brescia dallo scorso agosto.

Un ex che tutti ricordano con grande affetto è senza dubbio Roberto Baggio, al Milan dal 1995 al 1997 e al Brescia dal 2000 al 2004.

Giulia Galliano Sacchetto

Posted by Redazione Rossonera on

Milan-Udinese, il focus sui nostri avversari della prossima giornata

Milan-Udinese, il focus sui nostri avversari della prossima giornata

MILAN-UDINESE – Dopo i tre punti e la buona prestazione di Cagliari il Milan si prepara alla prima gara del girone di ritorno, contro un avversario che all’andata aveva vinto 1 a 0. Andiamo a scoprirlo meglio.

Ultimo precedente

L’ultimo precedente del Milan in casa con l’Udinese risale al 2 aprile scorso e terminò 1 a 1 con i gol di Piatek e Lasagna.

Precedenti famosi

Uno dei precedenti più dolci per i tifosi rossoneri è sicuramente quello del 21 dicembre 2008, terminato 5 a 1 per il Diavolo, con doppiette di Pato e Kakà e gol di Seedorf. Il tutto in meno di un’ora di gioco.

Ultime gare dell’Udinese

L’Udinese arriva allo scontro dopo il quattro a zero in Coppa Italia con la Juventus, ma forte di tre vittorie consecutive in campionato, con sei gol segnati e uno solo subito.

Ultime gare del Milan

Il Milan arriva allo scontro dopo la confortante vittoria di Cagliari e la buona priva in Coppa Italia con la Spal.

Curiosità sull’avversario

Nel 2008 i tifosi friulani contestarono ferocemente la scelta della società di far apparire sulle maglie lo stemma del Friuli Venezia Giulia, percepito come emblema della storica rivale Trieste. Battaglia poi vinta.

Allenatore avversario

Luca Gotti non ha mai affrontato il Milan mentre con Stefano Pioli si è incrociato due volte, ottenendo una vittoria e una sconfitta.

Storico arbitro con le due squadre

A dirigere la sfida sarà Luca Pairetto. Il fischietto di Nichelino ha diretto tre volte il Milan con i rossoneri che hanno ottenuto 2 vittorie e un pareggio. Bilancio decisamente più negativo quello dell’Udinese che nelle nove gare dirette da Pairetto ha ottenuto tre vittorie, un pareggio e cinque sconfitte. A coadiuvare Pairetto ci saranno gli assistenti De Meo e Santoro, il quarto uomo Prontera, il Var Calvarese e l’assistente Var Di Iorio.

Ex e doppi ex

Oltre al già citato Luca Gotti, che nel dal 1998 al 1999 allenò i giovanissimi del Milan, anche Alberto Zaccheroni guidò entrambe le squadre, l’Udinese dal 1995 al 1998 e il Milan dal 1998 al 2001).

Domenica in campo non ci saranno ex, ma sono tanti i giocatori che nel corso degli anni si sono mossi tra Milano e Udine.

Partiamo dai più recenti come Zapata, all’Udinese dal 2005 al 2011 e al Milan dal 2012 al 2019 e ora in forza al Genoa, e Armero, all’Udinese dal 2010 al 2013 e al Milan dal 2014 al 2015 ora gioca in Brasile.

Andando indietro negli anni troviamo Oliver Bierhoff (all’Udinese dal 1995 e il 1998 e poi al Milan dal 1998 al 2001), Marek Jankulovski (all’Udinese dal 2002 e il 2005 e al Milan dal 2005 e il 2011), Thomas Helveg (all’Udinese dal 1995 al 1998 e poi al Milan dal 1998 al 2003), Giovanni Stroppa (al Milan più volte dal 1986/1987, poi dal 1989 al 1991 e infine nel 1994/95. All’Udinese dal 1995 al 1997) e Stefano Borgonovo (al Milan nella stagione 1989/90 e all’Udinese nelle stagioni 1993/94 e 1995/1996).

Giulia Galliano Sacchetto 

Posted by Redazione Rossonera on

Cagliari-Milan, il focus sui nostri avversari della prossima giornata

Cagliari-Milan, il focus sui nostri avversari della prossima giornata

CAGLIARI-MILAN – Dopo l’ennesimo pareggio senza gol il Milan è atteso da una sfida contro un avversario ostico. Andiamo a scoprirlo meglio.

Ultimo precedente

L’ultimo precedente tra Cagliari e Milan risale allo scorso anno e terminò 1 a 1 con gol di Joao Pedro e pareggio di Higuain.

Precedenti famosi

Uno dei precedenti tra le due squadre più ricordati è quello della stagione 1971/1972 seguito da uno strascico di polemiche causate dal rigore contrastatissimo con cui il Cagliari vinse la partita, assegnato per un presunto fallo di mano di Anquiletti su un tentativo di sombrero di Gigi Riva. A fine partita Gianni Rivera attaccò duramente l’arbitro dicendo apertamente “Ci stanno rubando il campionato”… la polemica gli costò quattro mesi di squalifica.

Ultime gare del Cagliari

Il Cagliari arriva allo scontro in un momento non brillantissimo, reduce da tre confitte di fila tra cui l’ultima pesantissima a Torino contro la Juve.

Ultime gare del Milan

Il Milan arriva allo scontro dopo la scialba prestazione con la Sampdoria che ha seguito la disfatta di Bergamo.

Curiosità sugli avversari

La prima maglia ufficiale del Cagliari era completamente bianca per volere del fondatore Gaetano Fichera, di professione chirurgo, che riadattò dei camici bianchi e li fece indossare ai giocatori. L’attuale divisa è in uso dal 1930.

Allenatore avversario

Il bilancio di Rolando Maran contro il Milan non è incoraggiante: 13 incontri, 0 vittorie, 3 pareggi e ben 10 sconfitte per l’attuale tecnico degli isolani. Va meglio negli incroci con Stefano Pioli: 18 in tutto con 7 vittorie, 6 pareggi e 5 sconfitte per Maran.

Storico arbitro con le due squadre

Ad arbitrare le sfide sarà Rosario Abisso. Il fischietto palermitano ha diretto il Milan cinque volte, con i rossoneri che hanno ottenuto 3 vittorie, un pareggio e una sconfitta., arrivata, ironia della sorte, proprio in Sardegna con i rossoblù. Era il 28 maggio 2017 e la squadra di Maran si impose 2 a 1 con il Milan che chiuse in 10 per l’espulsione di Paletta.

Sono 12 invece gli incroci, tra Serie A e Serie B, di Abisso con gli isolani che vantano un bilancio rassicurante: 7 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte.

Ad affiancare il fischietto siciliano ci saranno gli assistenti Ranghetti e Rocca, il quarto uomo Dionisi, il Var Nasca e l’assistente Var Del Giovane.

Ex e doppi ex

Tra gli ex che parammo essere della partita ricordiamo Valter Birsa, al Milan nella stagione 2013/2014 e al Cagliari dal gennaio 2019.

Tra gli ex che invece non ci saranno ricordiamo Marco Borriello, al Milan più volte, dal 2002 al 2003, dal 2003 al 2004, dal 2006 al 2007 e dal 2008 al 2010, e al Cagliari nella stagione 2016/2017.

Giulia Galliano Sacchetto

 

Posted by Redazione Rossonera on

Atalanta-Milan, il focus sui nostri avversari della prossima giornata

Atalanta-Milan, il focus sui nostri avversari della prossima giornata

ATALANTA-MILAN – Dopo il pareggio beffa con a San Siro con il Sassuolo il Milan va nuovamente a caccia dei tre punti. Andiamo a scoprire meglio il prossimo avversario dei rossoneri.

Ultimo precedente

L’ultimo precedente a Bergamo tra Milan e Atalanta risale al 16 febbraio scorso e terminò 1 a 3 per i rossoneri che smontarono il vantaggio iniziale della Dea con i gol di Calhanoglu e la doppietta dell’allora neo acquisto Piatek.

Precedenti famosi

Fra i match storici disputati d queste due formazioni ricordiamo quello del 24 dicembre 1950 che terminò con l’incredibile risultati di 4 a 7 per il Milan. La partita si sbloccò con un calcio di rigore causato da un fallo dell’atalantino Berti Nordahl sul suo più famoso fratello Gunnar Nordahl, allora giocatore del Milan.

Ultime gare dell’Atalanta

L’Atalanta arriva allo scontro dopo la sconfitta con il Bologna seguita alla vittoria jn casa dello Shakhtar che ha permesso alla Dea di proseguire il cammino in Champions.

Ultime gare del Milan

Il Milan arriva allo scontro reduce dal pareggio interno a reti bianche contro il Sassuolo che ha seguito due belle vittorie con Bologna e Parma.

Curiosità sugli avversari

Quando viene fondata l’Atalanta adotta inizialmente una casacca a strisce verticali bianconere. Nel 1920, dopo la fusione con la Bergamasca i colori sociali cambiano: viene eliminato il bianco, che entrambe le società avevano come colore distintivo, e vengono scelti il nero e l’azzurro. Per i primi anni di vita la neo società indosserà una divisa nerazzurra quarti. Le strisce come le conosciamo oggi arriveranno qualche anno più tardi.

Allenatore avversario

Giampiero Gasperini ha incrociato il Milan 21 volte, ottenendo 6 vittorie, 7 pareggi e 8 sconfitte. Sono 16 invece i precedenti tra il tecnico atalantino e Stefano Pioli, terminati per Gasperini con 5 vittorie, 4 pareggi e 7 sconfitte.

Storico arbitro con le due squadre

A dirigere la sfida sarà Federico La Penna. Il fischietto di Roma ha un solo precedente con il Milan, risalente al febbraio scorso: Milan Cagliari, 3 a 0. Sono invece 4, tra Serie A e Coppa Italia, gli incroci con l’Atalanta, con un bilancio decisamente pistillo per i bergamaschi: 3 vittorie e un pareggio.

A coadiuvare La Penna ci saranno gli assistenti Meli e Fiorito, il quarto uomo Mariani, il Var Irrati e l’assistente Var Di Paolo.

Ex e doppi ex

Gli ex che potrebbero rendere in campo nella sfilza di domenica sono parecchi.

Partiamo da un ex rossonero diventato punto fermo dell’Atalanta, cioè Mario Pasalic, al Milan nella stagione 2016/2017 è tesserato con i bergamaschi dal 2018.

Tanti anche gli ex atalantini presenti nel Milan di oggi: da Mattia Caldara, all’Atalanta dal 2013 al 2014 e dal 2016 al 2018 anno in cui è passato al Milan vedendo pochissimo il campo a causa di una serie di infortuni, a Franck Kessié, all’Atalanta nel 2015 e nel 2016/2017 anno in cui è passato al Milan, passando per il redivivo Andrea Conti, nerazzurro dal 2015 al 2017 anno in cui è passato al Milan, fino a Giacomo Bonaventura, che ha vestito la casacca nerazzurra dal 2007 al 2014 con in mezzo vari prestiti, ed è tesserato con il Milan dal 2014.

Tra gli ex che non ci saranno ricordiamo Riccardo Montolivo, atalantino dal 2003 al 2005 e rossonero dal 2012 al 2019.

Giulia Galliano Sacchetto

Posted by Redazione Rossonera on

Milan-Sassuolo, il focus sui nostri avversari della prossima giornata

Milan-Sassuolo, il focus sui nostri avversari della prossima giornata

MILAN-SASSUOLO – Dopo le due vittorie con Parma e Bologna il Milan punta ad allungare la striscia positiva in terra emiliana. Nell’attesa andiamo a scoprire meglio il nostro prossimo avversario.

Ultimo precedente

L’ultimo precedente tra le due squadre risale al due marzo scorso e terminò 1 a 0 con i rossoneri con un autogol del neroverdi Lirola.

Precedenti famosi

Uno dei precedenti più clamorosi tra Milan e Sassuolo è sicuramente quello del 2 ottobre 2016 terminato 4 a 3 per i rossoneri, andati subito in vantaggio con Bonaventura, ripresi e sorpassati dal Sassuolo con i gol di Politano, Acerbi e Pellegrini, ma vincenti con le reti Bacca, Locatelli e Paletta.

Ultime gare del Sassuolo

Il Sassuolo arriva alla sfida reduce da due pareggi, entrambi per 2 a 2, con Juve e Cagliari, inframezzati però dalla clamorosa sconfitta interna in Coppa Italia con il Perugia.

Ultime gare del Milan

Il Milan arriva alla sfida reduce dalle vittorie con Parma e Bologna e sembra finalmente aver trovato la quadra giusta.

Occhio a…

Domenico Berardi, in gol contro il Cagliari il Milan è una delle sue vittime preferite… in dieci incroci ha trafitto il diavolo ben otto volte fornendo anche tre assist.

Curiosità sugli avversari

Il Sassuolo è una società molto attiva nel sociale. Nel 2012, dopo il terremoto dell’Emilia partecipò all’iniziativa “Un calcio al terremoto”, raccogliendo fondi per finanziare progetti di promozione sportiva nelle aree colpite. Nel novembre dell’anno successivo promuove una serie di messaggi nella lingua dei segni e il mese successivo alcuni sui giocatori si iscrivono al Registro Donatori di Midollo Osseo.

Allenatore avversario

Roberto De Zerbi ha incrociato il Milan 5 volte uscendone non benissimo, una vittoria, un pareggio e tre sconfitte.  Non va meglio contro Pioli che nei due incroci vanta una vittoria e un pareggio.

Storico arbitro con le due squadre

A dirigere la sfida sarà Gianluca Manganiello. L’arbitro di Pinerolo porta bene ai rossoneri che sono stati diretti da lui tre volte ottenendo un pari e due vittorie, l’ultima in questo campionato contro il Verona. Meno positivo il bilancio del Sassuolo che, su sei incontri diretti dal fischietto piemontese, ha ottenuto una sola vittoria, tre pareggi e due sconfitte.

A coadiuvare Manganiello ci saranno gli assistenti Villa e Caliari, il quarto uomo Fourneau, il Var Banti e l’assistente Var Costanzo.

Ex e doppi ex

Oltre al tecnico del Sassuolo cresciuto nelle giovanili del Milan, tra gli ex di questa sfida ricordiamo Manuel Locatelli, al Milan dal 2009 al 2016 nelle giovanili e aggregato in prima squadra dal 2015 al 2018 milita nel Sassuolo dal 2018.

Giulia Galliano Sacchetto

Posted by Redazione Rossonera on

Bologna-Milan, il focus sui nostri avversari della prossima giornata

Bologna-Milan, il focus sui nostri avversari della prossima giornata

Bologna-Milan – Dopo la vittoria con il Parma il Milan va a caccia di conferme. Andiamo a scoprire meglio il prossimo avversario della banda di Pioli.

Ultimo precedente

L’ultimo precedente del Milan in casa Bologna è datato 18 dicembre 2018 e terminò a reti inviolate. 

Precedenti famosi

Da ricordare è il Bologna Milan della stagione 2013/2014 con i rossoneri che passano subito in vantaggio con Poli, vengono ripresi e superati dal Bologna, si riavvicinano all’89esimo con Robinho e la pareggiano nel primo minuto di recupero con un gol di Abate. 

Ultime gare del Bologna

Il Bologna è reduce dall’inaspettata vittoria sul campo del Napoli che ha seguito il pareggio esterno contro il Parma. 

Ultime gare del Milan

Il Milan è reduce da una sofferta ma meritata vittoria sul campo del Parma che ha seguito il pareggio interno contro il Napoli.

Occhio a…

Nicola Sansone, reduce dal gol vittoria contro il Napoli ha incrociato sette volte il Milan segnando quattro reti e fornendo due assist.

Curiosità sugli avversari

Nell’aprile 2018 il Bologna ha fondato la prima scuola calcio per ragazzi disabili. Questa squadra speciale si allena in palestre apposite e talvolta disputa le sue partite ai lati del campo dello stadio Dall’Ara prima delle gare interne dei rossoblù. 

Allenatore avversario

Il bilancio di Sinisa Mihajlovic contro il Milan non è incoraggiante, 12 incroci,  5 pareggi, 7 sconfitte e nessuna vittoria. Va meglio negli scontri con Stefano Pioli, con 3 vittorie, altrettante sconfitte e 2 pareggi. 

Storico arbitro con le due squadre

A dirigere la sfida sarà Daniele Chiffi. Il fischietto di Padova non ha mai diretto il Milan mentre sono tre i precedenti, tra serie Serie A, Serie B e Coppa Italia, con il Bologna, con due pareggi e una sconfitta per i rossoblù. A coadiuvare Chiffi ci saranno gli assistenti Bindoni e Manganelli, il quarto uomo Piccinini, il Var Guida e l’assistente var Di Vuolo.

Ex e doppi ex

Tra gli ex di questa partita ci sono innanzitutto i due allenatori. Stefano Pioli ha allenato il Bologna dal 2011 al 2014 mentre Sinisa Mihajlovic ha guidato i rossoneri nella stagione 2015/2016.

Un ex che invece molto probabilmente sarà in campo è Andrea Poli, al Milan dal 2013 al 2017 anno in cui è passato al Bologna dove milita tutt’ora. Sarà invece molto probabilmente in panchina Mattia Destro, al Milan nella stagione 2014/2015 al termine della quale passa al Bologna dove è rimasto. In panchina ma sulla sponda rossonera ci sarà invece Fabio Borini, cresciuto nelle giovanili del Bologna e tesserato per il Milan dal 2017. 

Tra gli ex che invece non ci saranno ricordiamo Roberto Donadoni, al Milan dal 1986 al 1996 e dal 1997 al 1999, ha allenato il Bologna dal 2015 al 2018 perdendo 5 volte contro il Milan e vincendo solo una volta. 

Giulia Galliano Sacchetto

Posted by Redazione Rossonera on

Parma-Milan, il focus sui nostri avversari della prossima giornata

Parma-Milan, il focus sui nostri avversari della prossima giornata

PARMA-MILAN – Sfida importante per il Milan che non può più permettersi di sbagliare. Nell’attesa andiamo conoscere meglio il nostro prossimo avversario.

Ultimo precedente

L’ultima partita del Milan in casa del Parma risale al 20 aprile scorso e terminò 1 a 1 con gol di Castillejo e pareggio di Alves a tre minuti dal fischio finale. 

Precedenti famosi

Una delle vittorie in terra emiliana ricordata con piacere dai rossoneri è sicuramente quella della stagione 2014/2015 con la partita che terminò 5 a 4 per il Milan con i gol di Bonaventura, Honda e De Jong e la doppietta di Menez. 

Ultime gare del Parma

Il Parma arriva allo scontro reduce dal pareggio esterno con il Bologna che ha seguito la vittoria casalinga con la Roma. 

Ultime gare del Milan

Il Milan arriva allo scontro dopo il pareggio interno con il Napoli, che ha seguito l’immeritata sconfitta in casa Juve, e con il disperato bisogno di fare punti e muovere la classifica.

Occhio a…

Dejan Kulusevski, giocatore in uno strepitoso stato di forma che ha già segnato tre reti fin qui e fornito ben cinque assist.

Curiosità sugli avversari

Il Parma è la quarta squadra italiani ad aver più trofei in Europa dopo Milan, Juve e Inter. Nel 2015 quando la società fallì e venne rilevata la nuova proprietà indisse un sondaggio dei tifosi per scegliere il nuovo stemma societario. L’emblema che venne scelto rappresentava uno scudo bianco con croce nera, bordato di giallo e azzurro, con in capo una fascia recante il nome del club e l’anno di fondazione iscritto nel vertice inferiore. Questo stemma durò soltanto un anno e già nel 2016 venne ripreso e riadattato il vecchio emblema dello scudetto con croce e strisce verticali gialloblù.

Allenatore avversario

Roberto D’Aversa ha incrociato il Milan due volte da allenatore ottenendo un pareggio e una sconfitta. Nessun scontro invece tra il tecnico emiliano e Stefano Pioli.

Storico arbitro con le due squadre 

A dirigere la sfida sarà lo stesso arbitro dell’ultimo Parma Milan, ovvero Paolo Valeri. Il fischietto romano ha diretto il Milan 26 volte, con i rossoneri che hanno ottenuto 15 vittorie, 4 pareggi e 7 sconfitte. Tra Serie a e Serie B sono invece 15 gli incroci tra Valeri e il Parma con i gialloblù che hanno vinto 6 volte, pareggiato 7 volte e perso 2 volte. Ad affiancare Valeri ci saranno gli assistenti Liberti e Bresmes, il quarto uomo Illuzzi, il Var Chiffi e l’assistente Var Ceccon. 

Ex e doppi ex

Tra gli ex di questa partita vanno annoverati innanzitutto i tecnici. D’Aversa vestì rossonero nella stagione 1994/1995 anche se non giocò mai, Stefano Pioli cominciò la sua carriera di calciatore nelle giovanili del Parma aggregandosi in prima squadra dal 1982 al 1984. 

Un ex che sarà invece in campo è Juraj Kucka al Milan dal 2015 al 2017 e da quest’estate tesserato con il Parma. 

Tra gli ex che invece domenica non ci saranno ricordiamo Antonio Cassano, al Milan dal 2011 al 2012 e al Parma dal 2013 al 2015, Antonio Nocerino, al Milan dal 2011 al 2014  e al Parma dal gennaio al giugno 2015, Alberto Giardino, al Parma dal 2002 al 2005 anno in cui passa al Milan dove rimane fino al 2008 e Hernan Crespo al Parma dal 1996 al 2000 e al Milan dal 2004 al 2005. 

Giulia Galliano Sacchetto

Posted by Redazione Rossonera on

Milan Femminile, Valentina Giacinti e il nuovo ruolo: meno gol, più squadra

Milan Femminile, Valentina Giacinti e il nuovo ruolo: meno gol, più squadra

Che per le prime punte del Milan non sia un gran periodo di splendore si è ormai capito, anche semplicemente osservando i numeri totalizzati dai numeri 9 rossoneri della prima squadra maschile e femminile.

Valentina Giacinti ha totalizzato 2 gol in 7 partite, media anomala per le abitudini del venticinquenne capitano rossonero, abituato a cavalcare la classifica marcatori guardando tutti dall’alto fin dalle prime battute di campionato. Le due reti di Giacinti sono arrivate nella prima grande vittoria contro la Roma, siglando lo 0-3 definitivo per il Milan Femminile, e nella prima partita casalinga contro l’Orobica, alla seconda di campionato.

Ma non fermiamoci soltanto ai numeri, perché Valentina è molto di più dei gol che realizza, e questa è una prima chiave di lettura del momento che sta passando la numero 9 -senza voler considerare il ruolo storicamente scaramantico della maglia da lei indossata.

Volendo dare elementi di lettura, più che spiegazioni univoche e dunque irrealistiche nel mondo del calcio, ci possiamo soffermare su alcuni movimenti in campo tipici del gioco proposto dal Milan Femminile in questa prima parte di campionato sotto la guida tecnica di mister Ganz.

Rispetto alla disposizione tattica vista in campo lo scorso anno, il ruolo di Giacinti nel rettangolo di gioco è interpretabile come più votato alla manovra, e meno di semplice finalizzazione: a supporto di questo si può constatare il minor numero di chiare occasioni da gol passate dai suoi piedi, mentre sono molti di più i palloni da lei gestiti in fase offensiva, più calata nel ruolo di fulcro di gioco in avanti più che di semplice macchina da gol.

Valentina Giacinti scende inoltre spesso sulla linea della trequarti per ricevere palla, anche sui lanci lunghi dalla difesa come quelli spesso sperimentati da Hovland, e manovra il gioco spalle alla porta, aprendo eventualmente gli spazi sugli esterni, facendo cavalcare Bergamaschi fino al fondo per poi rimettere in mezzo palloni velenosi per gli inserimenti delle compagne.

Un altro aspetto fondamentale nel ruolo in campo di Giacinti è l’apporto offensivo in fase di pressing, che la porta a macinare una gran quantità di chilometri utili più alla squadra sul piano tattico, mettendo in difficoltà l’avversario in fase di costruzione, che sul piano individuale dell’attaccante, che ancora non ha potuto giovare di clamorosi errori nelle difese che tenta di intralciare.

Photo Credits: AcMilan.Com

Lucia Pirola

Posted by Redazione Rossonera on

Milan-Napoli, il focus sui nostri avversari della prossima giornata

Milan-Napoli, il focus sui nostri avversari della prossima giornata

MILAN-NAPOLI – Una sfida importante per due squadre che quest’anno, per motivi diversi, non sono state all’altezza delle aspettative. In attesa di sabato andiamo. Conoscere meglio i nostri prossimi avversari. 

Ultimo precedente 

L’ultimo precedente tra Milan e Napoli risale al 26 gennaio scorso ed è terminato 0 a 0. 

Precedenti famosi

Uno dei precedenti ricordati positivamente dai milanisti è sicuramente quello della stagione 2010/2011, un secco 3 a 0 firmato Ibrahimovic, Boateng e Pato che spianò la strada verso lo scudetto ai rossoneri di Allegri.

Ultime gare del Napoli

Il Napoli arriva allo scontro dopo il deludente 0 a 0 contro il Genoa e con lo spogliatoio in ebollizione dopo l’ammutinamento post Salisburgo.

Ultime gare del Milan

Il Milan arriva allo scontro dopo la sconfitta in casa della Juve, con il disperato bisogno di tornare a fare gol. 

Occhio a…

Lorenzo Insigne in dodici incontri con il Milan ha segnato ben sei reti, l’ultima delle quali ha permesso al Napoli di sbancare San Siro nella stagione 2016/2017.

Curiosità sugli avversari

L’attuale mascotte del Napoli è un asino, comunemente noto come il Ciuccio. La scelta venne fatta nei primi anni di vita del club e prendendo ispirazione da un contadino della città che aveva un vecchio asino che riusciva a ricoprire solo distanze molto brevi prima di accasciarsi a terra. Siccome la squadra in quegli anni faticava e se riusciva a vincere qualche partita ciò non succedeva mai per troppo tempo venne assimilata a quest’asino che divenne così la mascotte. 

Allenatore avversario 

Carlo Ancelotti, da ex, ha incrociato il Milan 14 volte ottenendo 5 vittorie 6 pareggi e 3 sconfitte. 4 sono invece gli incroci tra Ancelotti e Pioli con il bilancio che pende decisamente dalla parte di Carletto. Per lui tre vittorie, un pari e nessuna sconfitta. 

Storico arbitro con le due squadre

Ad arbitrare la sfida sarà Daniele Orsato. Il fischietto di Schio ha diretto il Milan 27 volte tra Coppa Italia e campionato con i rossoneri che hanno ottenuto 9 vittorie 11 pareggi e 7 sconfitte, di cui l’ultima con la Roma a fine ottobre. Sono invece ben 42 gli incroci, tra Serie A Serie B Serie C e Coppa Italia, del Napoli con Orsato con gli azzurri che hanno vinto 15 volte, pareggiato 14 e perso 13 volte di cui l’ultima con la Juve alla seconda giornata di campionato. 

Ad affiancare Orsato ci saranno gli assistenti Giallatini e Mondin, dal quarto uomo Massa, dal Var Irrati e dall’assistente Var Tolfo. 

Ex e doppi ex

Oltre ad Ancelotti che allena il Napoli dalla scorsa stagione dopo aver allenato il Milan dal 2001 al 2009 e averci giocato dal 1987 al 1992, tra gli ex di questa sfida che saranno presenti a San Siro ricordiamo Pepe Reina, dal 2015 al 2018 estremo difensore del Napoli e da luglio scorso tesserato con il Milan. 

Tra chi non ci sarà invece ricordiamo Alberto Bigon, che giocò nel Milan dal 1971 al 1980 e allenò poi il Napoli dl 1989 al 1991con cui vinse scudetto e Supercoppa Italiana, e Ruben Buriani che vestì la maglia rossonera dal 1977 al 1982 e quella azzurra dal 1985 al 1986. 

Giulia Galliano Sacchetto

Posted by Redazione Rossonera on

Juventus-Milan, il focus sui nostri avversari della prossima giornata

Juventus-Milan, il focus sui nostri avversari della prossima giornata

Juventus-Milan – A pochi giorni da una classica del nostro campionato andiamo a scoprire meglio i nostri prossimi avversari.

Ultimo precedente

L’ultimo precedente tra Juve e Milan risale al sei aprile scorso e terminò due a uno per i bianconeri con i gol di Dybala e Kean a rimontare il momentaneo vantaggio firmato Piatek.

Precedenti famosi

Uno dei precedenti più memorabili è sicuramente quello del cinque febbraio 1950, terminato con un incredibile 1 a 7 per i rossoneri che segnano tre gol nel giro di dieci minuti con il leggendario trio d’attacco Gre-No-Li rimontando il vantaggio iniziale dei bianconeri.

Ultime gare della Juventus

La Juve capolista arriva alla sfida reduce dalle fatiche del derby e della trasferta di Champions con la Lokomotiv Mosca.

Ultime gare del Milan

Il Milan arriva allo scontro dopo la sconfitta interna contro la Lazio che ha spento nuovamente le speranze accese dalla sofferta vittoria con la Spal.

Occhio a…

Paulo Dybala, autore dell’ 1 a 1 nell’ultimo precedente tra le due squadre sta attraversando un momento di grazia, ha incrociato il Milan 14 volte in carriera segnando sette reti.

Curiosità sugli avversari

Fino al 1903 la divisa della Juve era composta da pantaloni neri e camicia rosa. Quest’ultima però a causa dei frequenti lavaggi tendeva a scolorire e venne quindi deciso di cambiare colore. La società chiese perciò ad uno dei suoi membri, l’inglese Savage, di cercare in Inghilterra un divisa da gioco più resistente all’usura. Savage aveva un amico tifoso del Notts County, la cui maglia è a strisce bianconere, che gli spedì a Torino una serie di uniformi di questi colori che divennero così quelli ufficiali.

Allenatore avversario

Maurizio Sarri ha affrontato 10 volte il Milan ottenendo 5 vittorie, 4 pareggi e una sola sconfitta. Cinque sono anche le sue vittorie nei nove scontri con Stefano Pioli, completati da un pareggio e 3 sconfitte.

Storico arbitro con le due squadre

Ad arbitrare la sfida sarà Fabio Maresca. Il fischietto di Napoli ha diretto il Milan sei volte con un bilancio decisamente positivo per il diavolo: tre vittorie, tre pareggi e nessuna sconfitta. Cinque sono invece gli incroci tra Maresca e la Juve con i bianconeri che vantano quattro vittorie e una sconfitta. Proprio in una di queste vittorie, Juve-Cagliari del 19 agosto 2017, Maresca è stato il primo arbitro ad assegnare un rigore con l’ausilio della Var. Un paio di giornate dopo diventerà anche il primo fischietto ad espellere un calciatore con l’aiuto della tecnologia. A coadiuvare Maresca ci saranno gli assistenti Preti e Carbone, il quarto uomo Mariani, il Var Mazzoleni e l’assistente Var Ranghetti.

Ex e doppi ex

La lista dei giocatori che si sono mossi sull’asse Torino-Milano è lunga. Gli ultimi ,e forse più clamorosi, trasferimenti riguardano due giocatori che quasi sicuramente saranno della partita: Gonzalo Higuain, alla Juve dal 2016 al 2018, passato al Milan per sei mesi nel 2018-2019 e tornato alla base quest’estate, e Leonardo Bonucci, alla Juve dal 2010 al 2017 anno in cui passa al Milan dove rimane solo una stagione per poi far ritorno a Torino.

Chi invece ci sarà, ma probabilmente in panchina, è Mattia de Sciglio, cresciuto nelle giovanili del Milan e aggregato alla prima squadra dal 2011 al 2017, anno in cui si è trasferito alla Juventus.

Tra chi invece non ci sarà ricordiamo Andrea Pirlo, al Milan dal 2001 al 2011 anno in cui viene ceduto alla Juve dove rimane fino al 2015, e Pippo Inzaghi, alla Juve dal 1997 al 2001 anno in cui passa all Milan dove rimane fino al 2012, anno del ritiro.

Infine non si può non citare gli ex della panchina: da Giovanni Trapattoni, che fu vice allenatore al Milan nel 1974-1975 e primo allenatore l’anno successivo, al termine del quale venne ingaggiato dalla Juve dove rimase per dieci anni, fino a Massimiliano Allegri, al Mila dal 2010 al 2014 anno in cui passa alla Juve dove è rimasto fino a quest’estate.

Giulia Galliano Sacchetto

it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian