Milan-Spezia, E. Lazzeri (SpeziaCalcioNews.it) a Radio Rossonera: “L’ultima vittoria sudatissima porterà un aiuto mentale al Milan”

Milan-Spezia, E. Lazzeri (SpeziaCalcioNews.it) a Radio Rossonera: “L’ultima vittoria sudatissima porterà un aiuto mentale al Milan”

MILAN-SPEZIA – A poche ore dalla gara tra Milan e Spezia, sfida valevole per la terza giornata di serie A, la redazione di Radio Rossonera ha contattato il direttore di SpeziaCalcioNews.it, Enrico Lazzeri, per affrontare alcuni temi relativi al match che si giocherà domani sera alle 18:00.

Qui di seguito, l’intervista completa.

Come considera l’avvio di campionato dello Spezia? Soprattutto dopo l’ultima vittoria in casa dell’Udinese

“L’avvio di campionato dello Spezia ce lo aspettavamo difficile, nella prima partita con il Sassuolo c’è stata una buona ora di gioco, poi il Sassuolo molto più esperto e qualitativamente superiore, nella seconda parte del secondo tempo, ha fatto vedere le qualità che ha ed è riuscito a vincere nettamente la gara. Per quanto riguarda la gara con l’Udinese devo dire che ci aspettavamo una gara più difficile, invece l’Udinese ha aspettato molto lo Spezia nel primo tempo, lo Spezia è riuscito a fare il gioco di palleggio e di giro palla che riusciva a fare nello scorso campionato di serie B ed è riuscita a creare le occasioni per segnare, dopo il gol annullato a Matteo Ricci c’è stato il gol di Galabinov, quindi nel primo tempo lo Spezia ha meritato di essere in vantaggio. Nel secondo tempo l’Udinese ha avuto una buona reazione, ma gli uomini di Italiano si sono difesi con ordine, il raddoppio è avvenuto nei minuti finali sempre con Galabinov”

Come giudica il mercato dello Spezia, quali i punti di forza e di debolezza della squadra?

Per quanto riguarda il mercato lo Spezia ha dovuto acquistare 17 giocatori, non sono sicuramente pochi, il DS ha voluto far sì che la squadra venisse rinforzata in maniera consistente rispetto all’anno scorso, anche se mister Italiano al momento sta mandando in campo molti giocatori che hanno contribuito a vincere nello scorso campionato. Per quanto riguarda i punti di forza penso che la squadra sia stata rinforzata in tutti i reparti, in difesa bisogna vedere il calciatore Ismajli che per problemi burocratici non è ancora inserito né negli allenamenti né nelle partite, molto bene invece Chabot. Sugli esterni di difesa per il momento Mattiello è inforunato, a centrocampo dobbiamo ancora vedere molti giocatori tra cui Agoume preso dall’Inter, davanti Verde ha fatto l’esordio nell’ultima gara, Farias ha giocato due spezzoni di partita, ma soprattutto c’è Galabinov che con i suoi gol potrebbe portare il raggiungimento della salvezza. La difesa penso sia stata sistemata abbastanza bene, la debolezza potrebbe essere la potenza realizzativa dell’attacco, dovrebbe arrivare ancora Nzola, che anche l’anno scorso era un giocatore degli aquilotti. Non ci saranno penso altri acquisti, davanti bisognerà che come l’anno scorso tutta la squadra contribuisca a segnare, non c’è magari il bomber anche se Galabinov lo sta facendo, ma è un’incognita perché non ha fatto tantissimi gol in serie A”

Come considera il momento di forma del Milan? Quali pensa siano i giocatori più pericolosi della squadra rossonera?

Per quanto riguarda il momento di forma del Milan, è una squadra più impegnata delle altre perché ha avuto le qualificazioni per l’Europa League, dopo l’ultima vittoria sudatissima porterà un aiuto mentale alla squadra rossonera. In questo momento le difficoltà di Pioli sono quelle di mettere in campo una squadra che abbia una completezza in tutti i reparti, non invento certo io che ci siano problemi dietro e anche davanti per la mancanza di Ibrahimovic e Rebic. Mancando Ibrahimovic e Rebic, il Milan ha nei tre trequartisti giocatori che possono causare alla difesa dello Spezia, Colombo dovrebbe essere il centravanti titolare, si conosce ancora poco di lui ma è un ragazzo molto interessante. Attenzione anche a Theo Hernandez per le sue incursioni offensive, giocatore che quando si spinge in avanti può essere molto pericoloso.

Nella giornata di oggi sono intervenuti i due allenatori in conferenza stampa. Queste le dichiarazioni principali di Pioli: “Come sta il Milan? Ci si ferma solo quando il cammino è concluso, dobbiamo abituarci a questo tipo di stanchezza. Era quello che volevamo. A qualcuno abbiamo chiesto sforzi e partite ravvicinate. Valuterò per domani. Ci dovremo abituare a delle rotazioni. Hauge potrebbe giocare. Fisicamente sta bene, meglio di noi. Sarà convocato poi vedremo. Kessie recuperato? Vedrò oggi. Ha avuto un leggero infortunio. Vedremo che soluzioni fare. Dalot? Quando e se arriverà parlerò di lui. Diaz ci dà soluzioni soprattutto nell’uno contro uno. Deve migliorarsi nel posizionarsi e nell’attaccare l’area”,

Queste le dichiarazioni principali di Vincenzo Italiano: “Sono contento per il risultato di Udine. So che si può migliorare e penso che anche se abbiamo vinto non sia cambiato niente rispetto alla partita contro il Sassuolo. Anche attraverso l’attaccamento si possono ottenere dei risultati. Cosa ho chiesto? Più velocità di pensiero, soprattutto contro squadre contro il Milan bisogna dare qualcosa di più di quanto si è convinti di essere e di avere. Speriamo di non trovarli al 100%, poi ci dobbiamo mettere del nostro. Loro senza Ibrahimovic? Un pericolo sicuramente in meno“.

Andrea Propato

it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian