Milan-Bologna, Simone Minghinelli, dir. Zerocinquantuno.it: “Mi aspetto una gara spettacolo, occhio alla vivacità dei due attacchi”

Milan-Bologna, Simone Minghinelli, dir. Zerocinquantuno.it: “Mi aspetto una gara spettacolo, occhio alla vivacità dei due attacchi”

MILAN-BOLOGNA – A poche ore dalla gara tra Milan e Bologna, sfida valevole per la prima giornata di Serie A, la redazione di Radio Rossonera ha contattato il direttore di Zerocinquantuno.it, Simone Minghinelli, per affrontare alcuni temi relativi al match che si giocherà domani sera alle 20:45. Qui di seguito, l’intervista completa.

Come giudica la rosa a disposizione di mister Mihajilovic? Quali i punti di forza e di debolezza?
“La rosa del Bologna 2020-2021 è rimasta molto simile a quella che ha concluso la passata stagione. Mihajilovic aveva chiesto un terzino destro, un difensore centrale e una punta, fin qui è arrivato solo il terzino destro, De Silvestri. Il difensore centrale l’abbiamo recuperato in casa spostando il giapponese Tomiyasu al centro della difesa. Sul mercato si continua a puntare sui giovani, è arrivato Vignato come fantasista, è arrivato, in attesa di essere ufficializzato, Aaron Hickey, scozzese classe 2002, è stato prelevato anche Vergani dall’Inter Primavera.

La grande speranza di quest’anno è puntare tanto sulla crescita dei giovani. I punti di forza della squadra sono la vivacità, quella sana sfacciataggine dei giovani che poi è stata resa più forte da un atteggiamento comportamentale e tecnico tattico, il Bologna gioca a viso aperto contro qualsiasi squadra, gioca un calcio propositivo. Un altro punto di forza è l’attacco. Il punto debole della scorsa stagione è stata la difesa, la speranza è che si possa essere più solidi in difesa e fare un campionato equilibrato”.

Le speranze del Bologna sono per una salvezza tranquilla o magari qualcosa in più?
“Le speranze sono quelle di fare un campionato fastidioso per le prime sette-otto della graduatoria. L’obiettivo fissato sono i 52 punti, che rappresenterebbero un record degli ultimi anni, erano stati fatti 51 punti proprio da Stefano Pioli nella stagione 2011/2012. Non si è neanche parlato di salvezza, gli obiettivi sono i 52 punti. Qualche gioia l’anno scorso è arrivata, nonostante il dodicesimo posto finale. Si cercherà di dare continuità, quella che è mancata un po’ la scorsa stagione. Non credo che il Bologna sia già pronto per l’Europa, ma l’obiettivo è fare una stagione convincente e divertente”

Milan-Bologna: che partita si aspetta, a chi deve stare attento il Milan e quale giocatore rossonero teme di più?

“Il Milan è una squadra già rodata, squadra che non ha cambiato tanto rispetto alla scorsa stagione, ha puntato sul mettere dentro due tasselli di talento, con la conferma di Rebic. Il Milan sa palleggiare molto bene, ha un terminale offensivo che non ha bisogno di presentazioni. Il Bologna dovrà essere bravo a fare la sua partita, a mettere in difficoltà il Milan con un grande lavoro in fase di pressing. Il Bologna può creare problemi al Milan con la vivacità, con la corsa, con la tecnica, ha interpreti come Palacio, Barrow, Soriano, Orsolini, a questi giocatori deve stare attento il Milan.

Il vantaggio del Bologna può essere la mancanza di giocatori in difesa per il Milan, allo stesso tempo la difesa del Bologna è attesa ad una prova molto impegnativa contro Ibra e compagni. Perdere contro questo Milan ci può stare, ma Mihajilovic non accetta più figuracce. Io mi aspetto una gara spettacolare, spero da ambo i lati e non solo da una parte come l’ultimo precedente”.

Nella giornata di ieri sono intervenuti gli allenatori delle due squadre in conferenza stampa.
Queste le dichiarazioni principali di Stefano Pioli: “Domani sarà un’altra partita rispetto a quella della scorsa stagione, loro avranno il massimo delle motivazioni, ma anche noi. Vogliamo iniziare bene. Avere pressioni è un privilegio, significa che abbiamo raggiunto certi livelli.

Vogliamo migliorare la scorsa stagione ma è inutile pensare alle griglie. Dobbiamo essere ambiziosi e giocare per vincere. Ora bisogna scegliere chi dà più garanzie fisiche. Se saremo bravi nelle prossime settimane qualche rotazione ci sarà. Diaz e Tonali li vedo già bene inseriti, mi auguro di potergli dare il prima possibile più minutaggio. Abbiamo tante partite nei prossimi giorni, ci sarà spazio per più giocatori. Non vediamo l’ora che lo stadio torni a riempirsi. Speriamo accada il prima possibile”.

Queste, invece, le dichiarazioni principali di Sinisa Mihajilovic: “Iniziamo un lungo viaggio, speriamo che la strada sia dritta. Il nostro obiettivo è crescere. Le partite vanno giocate, non si può perdere senza combattere: la scorsa stagione è successo due volte, una proprio col Milan, ma era dopo il Covid, in una situazione strana, e trovai qualche scusa: quest’anno se succede di nuovo mi arrabbio. Se giochiamo come sappiamo, con l’atteggiamento giusto, possiamo battere qualsiasi avversario. Spero che Ibra faccia meno di quel che ha fatto recentemente”.

Andrea Propato

it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian