Daily Archives

2 Articles

Posted by Redazione Rossonera on

Messaggio in ESCLUSIVA ai microfoni di Radio Rossonera di Ivan Gazidis ai tifosi del Milan

Messaggio in ESCLUSIVA ai microfoni di Radio Rossonera di Ivan Gazidis ai tifosi del Milan

L’Ad del Milan Ivan Gazidis ha voluto lanciare in esclusiva ai microfoni di Radio Rossonera un messaggio diretto a tutti i tifosi e supporters milanisti.

 

Cari Milanisti,

Sono lieto di avere l’opportunità di parlare con voi in linea diretta, soprattutto in un periodo in cui non possiamo condividere le nostre emozioni insieme allo stadio.

Innanzitutto, vorrei ringraziarvi ancora una volta a nome dei giocatori, di Stefano Pioli e di tutta la società per la vostra incredibile passione e il vostro sostegno.  Anche con le tribune vuote, la vostra presenza si fa sentire, e spinge la squadra a lottare e a sacrificarsi per i nostri colori.

Abbiamo una visione chiara per riportare al successo il Milan. Lo faremo giocando un calcio moderno e accattivante, ponendo al tempo stesso solide basi finanziarie a lungo termine.  Abbiamo fatto dei progressi, come hanno dimostrato le ultime partite, ma credo sia solo l’inizio : la sfida che abbiamo di fronte è impegnativa, ci sarà il bisogno di unità e ci vorrà del tempo.  Chiederemo anche un po’ della vostra pazienza e della vostra fiducia, che ci dovremo guadagnare, e che non diamo per scontate.  Sono molto fiducioso che siamo sulla strada giusta e lo sono anche in Pioli: ci siamo assicurati l’uomo giusto per portare avanti il nostro progetto sul campo.

Noi tutti, dirigenti, proprietari, staff e giocatori, siamo dei custodi dei valori di questo grande club, che però appartiene a voi, i tifosi del Milan. Il mio impegno nei vostri confronti sarà quello di lavorare instancabilmente, di mettere il bene del club al di sopra di tutto e di puntare a costruire un Milan di cui tutti possiamo essere orgogliosi.

Forza Milan, sempre. 

Ivan

Posted by Redazione Rossonera on

Intervista di Radio Rossonera a Ivan Gazidis: “Stiamo imboccando la strada giusta. L’Europa non può fare a meno del Milan.”

Intervista di Radio Rossonera a Ivan Gazidis: “Stiamo imboccando la strada giusta. L’Europa non può fare a meno del Milan.”

L’intervista di Radio Rossonera a Ivan Gazidis ad del Milan, dopo le ultime decisioni di proseguire con Pioli e rinnovare. Si parla di Maldini, di Mercato, di Pioli, obiettivi e tanto altro.

Siamo l’unico sito Milan ad aver avuto l’occasione di intervistare l’Amministratore Delegato del Milan Ivan Gazidis. Lo scriviamo con un pizzico di orgoglio, è una bella soddisfazione per una Radio nata 3 anni fa e che pian piano si è costruita il suo spazio e la sua credibilità e si è posta l’obiettivo di raccontare il Milan ai suoi supporter. Avendo poche domande a disposizione abbiamo cercato di concentrare gli argomenti e di avere le risposte che potessero maggiormente interessare i tifosi del Milan. L’ Ad è stato molto disponibile nel rispondere e soprattutto ha voluto di sua spontanea volontà aggiungere – in un momento delicato sotto tanti punti di vista – un messaggio in esclusiva via Radio Rossonera a tutti i tifosi del Milan.

 

Cosa ha portato la società a scegliere laconferma di Pioli? È “bastato” il buon periodo della squadra post covid, il fatto che le squadra sia con lui o ci sono anche altre considerazioni e con lui sarà confermata anche la direzione tecnica e sportiva?

Stefano ha capito la nostra visione di calcio e abbiamo potuto constatare che ha le capacità e la professionalità di portarla avanti. Stefano ha dimostrato anche di saper gestire bene le difficoltà del lockdown e , in un clima di grande incertezza e caratterizzato da molti rumours , ha reagito facendo bene, mettendo il club davanti a tutto, persino a se stesso. Per quanto riguarda la domanda sulla conferma della direzione tecnica sportiva, Paolo Maldini ha un contratto con il Milan per altri due anni, sarei molto felice di poter continuare a lavorare con lui.

L’anno scorso come obiettivo sportivo si era parlato di migliorare il piazzamento, per l’anno prossimo quali sono gli obiettivi che il club si proporrà di raggiungere?

Tutti quanti stiamo lavorando in un’unica direzione: riportare il Milan ai livelli che gli competono, l’Europa non puo’ fare a meno del Milan. Il nostro obbiettivo è di avere i nostri tifosi orgogliosi di un Milan vincente e che sappia divertire.

Che tipo di calciomercato devono aspettarsi adesso i tifosi? Tra chi resta (ibra? Donnarumma?), chi puó partire e soprattutto chi arriverà. Resta il discorso “futuri” top player giovani e qualcuno di esperienza?

Vogliamo che i nostri tifosi siano orgogliosi del nostro lavoro. Il nostro obiettivo è condurre un mercato di successo , anche perché possiamo contare su una proprietà solida che ci supporterà a fronte di investimenti intelligenti , in linea con quelli fatti la scorsa estate, per esempio.  Abbiamo bisogno del giusto mix di giovani di talento e di giocatori esperti.  Empatia, coinvolgimento e fidelizzazione sono fondamentali per rendere ancora più stretto il rapporto con i nostri tifosi che fin quando sono potuti venire allo stadio non ci hanno mai fatto mancare il loro supporto, e che non mi stancherò di ringraziare per la loro passione e fedeltà.

A che punto è in percentuale il progetto Milan che ha in testa? Tra partnership, sponsor, stadio, ffp e sviluppo sportivo?

Non lo esprimerei in percentuale, ma siamo sulla buona strada. Stiamo uscendo da un periodo molto particolare che ha segnato le nostre vite, ma vedo che c’è grande entusiamo e voglia di ripartire. Lo stadio è un asset fondamentale per il nostro progetto,  giocheremo nel migliore stadio del mondo e questo ci garantirà di raggiungere importanti obiettivi commerciali. E tutto questo servirà a supportare la cosa più importante: la nostra squadra di calcio. Sul fronte sportivo, stiamo vedendo i primi segnali che stiamo imboccando la strada giusta.

Vorrei infine cogliere questa opportunità per salutare e ringraziare tutti i tifosi rossoneri, per la loro vicinanza e fedeltà. Siete davvero tifosi unici, che rendono il Milan una cosa unica al mondo, anche per la forte appartenenza che ci accomuna, un valore ancora più importante in questo periodo così drammatico.

it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian