Inter-Milan, la parola ai protagonisti

Inter-Milan, la parola ai protagonisti

INTER-MILAN, 4-2. “PRIMO TEMPO ECCELLENTE, LE GRAVI DISATTENZIONI DI INIZIO RIPRESA HANNO ROVINATO TUTTO”

Il volto e le parole di Stefano Pioli, al termine del derby, sintetizzano alla perfezione lo stato d’animo in casa Milan. Non riesce a capacitarsi, il tecnico rossonero, di come le disattenzioni del primo quarto d’ora del secondo tempo abbiano completamente rovinato i primi 45 minuti strepitosi.

“Abbiamo fatto un primo tempo straordinario, senza dubbio il migliore della stagione, giocando secondo la strategia preparata durante la settimana – ha spiegato Pioli – Il 2-0 era addirittura troppo stretto per quanto si è visto. Poi nel primo quarto d’ora della ripresa ci sono stati due episodi su cui dovevamo fare meglio e la partita è cambiata. Sono molto arrabbiato per gli errori commessi, quelle disattenzioni hanno penalizzato una prestazione incredibile, dovevamo essere più attenti. In fase difensiva avevamo compiti ben precisi ma sui due gol siamo stati disattenti: non si può lasciare Brozovic tutto solo sul primo né fare il fuorigioco su un’imbucata di Sanchez nel secondo”.

Nonostante il derby perso, Pioli cerca di guardare il bicchiere mezzo pieno. “L’Inter è sicuramente una squadra più esperta ed abituata di noi, ma i 19 punti di distacco non si sono visti. Abbiamo preso due pali ed anche nel secondo tempo, pur avendo subito quattro gol, non ci hanno preso a pallate e potevamo anche pareggiarla. Era impensabile schiacciare l’Inter nella loro metà campo per tutta la partita, ma dovevamo essere più aggressivi quando si avvicinavano alla nostra area di rigore. Nessuno ha mai pensato che dopo il primo tempo fosse chiusa. Dobbiamo ripartire dal primo tempo in cui abbiamo dimostrato di avere qualità, ma al tempo stesso migliorare sulle gravi disattenzioni commesse”.  

Ha trascinato la squadra in campo e tocca a lui metterci la faccia dopo una sconfitta così amara: Zlatan Ibrahimovic è il leader indiscusso dello spogliatoio rossonero.

E’ difficile spiegare cosa sia successo dopo un primo tempo perfetto – ha detto l’attaccante svedese -. Ci eravamo detti di stare attenti nei primi 15 minuti del secondo tempo, ed invece abbiamo subito due gol. Nei primi 45 minuti abbiamo seguito ciò che abbiamo preparato in settimana e l’Inter non mi è sembrata una squadra da secondo posto. Nella ripresa, invece, abbiamo perso fiducia, dopo i due gol è caduto tutto e loro hanno dimostrato di meritare la posizione che occupano. Ci è mancata la scossa, anche la mancanza di esperienza può aver fatto la differenza. Quando si perde, specie dopo un derby così, non è facile, ma giovedì ci aspetta già un’altra partita importante e bisogna recuperare”

Enrico Aiello

Photo Credits: AcMilan.com


it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian