Milan-Napoli, le parole dei protagonisti

MILAN-NAPOLI, PIOLI: “ANCHE OGGI ALLA PARI, CI E’ MANCATO IL SECONDO GOL. ADESSO MIGLIORIAMO LA CLASSIFICA”Si presenta ai microfoni, nel post gara di Milan-Napoli, soddisfatto del risultato, consapevole dei miglioramenti di cui la squadra necessita ma soprattutto quasi sollevato di aver messo alle spalle il ciclo terribile con Roma, Lazio, Juve e Napoli: Stefano Pioli era convinto che anche contro i partenopei la sua squadra avrebbe fatto la prestazione, anche se forse si sarebbe aspettato più convinzione sottoporta. “Ero sicuro che la squadra offrisse una buona prestazione perchè nelle ultime due settimane abbiamo lavorato molto bene – ha detto il tecnico emiliano -. Affrontavamo un avversario molto forte ed in condizioni oggettivamente complicate anche per le numerose assenze. E’ un peccato perché potevamo vincerla, ci è mancato il secondo gol”. Pioli ha poi analizzato il momento della squadra e tracciato una sorta di bilancio di questi suoi primi 45 giorni sulla panchina rossonera. “Il momento psicologico della squadra non può essere dei migliori ed è giusto che sia così perché la classifica è quella che è; ho voluto attaccarla nello spogliatoio proprio perché fossimo realisti e consapevoli – ha proseguito il mister -. La testa è pesante ma la squadra sta reagendo bene, dobbiamo ancora migliorare. Concludiamo tanto ma non sempre prendiamo la porta. Da parte dei ragazzi ho trovato molta disponibilità sin dal mio arrivo, per fare un lavoro completo serve tempo ma capisco che non ce n’è. Sono 45 giorni che lavoriamo assieme, con due soste di mezzo che ci hanno sicuramente rallentato. Se avessi cominciato dall’inizio, mi troverei a metà agosto ed in tal caso sarei contento. Il calendario certamente non ci ha aiutato, abbiamo affrontato le migliori 5 del campionato e, tranne nel secondo tempo di Roma, ce la siamo sempre giocata. Ho portato princìpi diversi da quelli che conoscevano ad inizio campionato, l’atteggiamento dei ragazzi è quello giusto, stiamo cominciando a giocare da squadra. Ma siamo il Milan e dobbiamo migliorare prestazioni e risultati”. In chiusura, Pioli ha parlato anche dei singoli ed in particolare del peggiore e del migliore in campo, rispettivamente Piatek e Bonaventura: “Krystof ha lavorato tanto per la squadra, ha anche avuto le sue occasioni. L’importante è continuare a creare palle gol, sappiamo che gli attaccanti vivono di periodi. Sta lavorando bene ma deve fare uno sforzo in più, abbiamo bisogno delle sue qualità. Sia lui che noi abbiamo bisogno dei suoi gol. Jack è giocatore vero, molto intelligente, ho bisogno di gente come lui, che sa quando bisogna rallentare e quando aggredire. Mi auguro che la sua condizione fisica gli consenta di giocare con continuità”. E quando gli chiedono di Ibrahimovic, Pioli si limita a sorridere ed augurare buona serata…

Enrico Aiello

Photo credits: Acmilan.com

it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian