Milan-Napoli, conferenza Pioli: “Incontriamo squadra forte, ma siamo pronti”

Milan-Napoli, conferenza Pioli: “Incontriamo squadra forte, ma siamo pronti”

MILAN-NAPOLI – Nonostante l’inizio di stagione non proprio esaltante Stefano Pioli è ottimista. 

“La squadra sta reagendo bene” ha spiegato il tecnico in conferenza stampa e a chi gli chiedeva conto dell’atteggiamento dei giocatori, definito dallo stesso tecnico preoccupante perché non era diverso dopo una sconfitta, una vittoria o un pari, Pioli ha risposto “Le mie parole in quel senso erano riferite ai miei primi giorni qui, quando ancora non conoscevo bene l’ambiente. Ma ora stanno migliorando molto sotto questo punto di vista”.

Contro il Napoli sarà difficile anche perché Pioli non ci sta a passare per favorito vista la situazione ambientale che si è creata a Napoli. “Non posso giudicare la situazione attuale del Napoli, ma indipendentemente da questo incontreremo una squadra motivata e determinata allenata da un tecnico esperto e con giocatori di qualità. Noi non dovremo essere da meno” ha precisato Pioli. 

Che non ama le soste per le nazionali ma riconosce però che quando sono positive fanno bene ai giocatori.Come Piatek e Calhanoglu le cui dichiarazione in questi giorni hanno fatto discutere ”Non credo che con le loro dichiarazioni volessero far intendere che non stanno bene qui. La dimostrazione però la dovranno dare sul campo” spiega il tecnico. A chi gli chiede di Kessié, escluso contro la Juve risponde “Non chiudo la porta in faccia a nessuno, più giocatori ho ha disposizione meglio è”. 

Quello che è certo è che con il Napoli non ci sarà Caldara: “Oggi si allenerà con la Primavera e domani giocherà con loro. Ha bisogno di mettere minuti nella testa e nelle gambe per colmare quel piccolo gap rimasto tra lui e il resto della rosa del Milan” ha spiegato Pioli. 

Si vocifera che il Milan per gennaio cerchi un difensore ma di mercato Pioli riferisce non parlare. Eppure è inevitabile fare il nome di Ibrahimovic: “Ibrahimovic è un campione sia sul campo sia per professionalità. Ma io adesso devo pensare al campo, siamo solo a novembre. E siamo di fronte ad una partita che il Milan non può permettersi di perdere se vuole evitare di finire in una situazione spiacevole. 

Giulia Galliano Sacchetto

Photo Credits: AcMilan.com


it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian