Berrettini e il confronto con Maldini: “Parlarci mi ha aiutato”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Matteo Berrettini tra Melissa Satta e Paolo Maldini: in conferenza stampa importanti annunci privati e professionali

Da protagonista assoluto del tennis italiano a talento un po’ disperso per qualche problema fisico di troppo: uno degli sportivi azzurri più importanti degli ultimi anni, Matteo Berrettini, ha avuto modo di confrontarsi con uno degli sportivi più grandi di tutti i tempi, Paolo Maldini. L’ha confessato il tennista oggi in conferenza stampa, quando ha dichiarato di dover rinunciare agli Indian Wells. In una seduta da lui organizzata su Zoom, tanti i temi toccati, che riguardano sia la sfera personale che quella professionale. Di seguito, alcuni passaggi delle sue dichiarazioni.

MONZA, D. MALDINI: “VOGLIO IL MILAN. PAPÀ? NON FATEMI DIRE ALTRO”

Tra sport e vita

JANNIK SINNER – “Sta facendo cose pazzesche, ci scriviamo spesso. Siamo più uniti che mai e dal punto di vista sportivo mi ha aiutato. Essergli accanto in Davis mi ha fatto da molla. Sto cercando di prendere anche qualcosa da lui, dal suo approccio. come spinta forte per tornare. Vedere un italiano che gioca con me che sta lì su mi fa venire voglia anche a me di arrivarci. Per Wimbledon non può che essere uno dei favoriti, credo che un giocatore che è stato 6 del mondo non perda mai quel tipo di livello”.

MELISSA SATTA –  “Non stiamo più insieme. Quel che posso dire è che abbiamo avuto un rapporto bellissimo, con grande stima l’uno per l’altra. Non andrò oltre questo perché non mi piace condividere troppo la mia vita privata. La devo ringraziare per questo anno vissuto intensamente”.

MALDINI, DA UN DIAVOLO ALL’ALTRO? POSSIBILE FUTURO IN PREMIER LEAGUE

PAOLO MALDINI – “Abbiamo parlato con Paolo Maldini delle situazioni, dei problemi, delle differenze tra sport individuali e di squadra. Mi ha dato grandissima fiducia parlare con lui, mi ha fatto capire che c’è ancora tanto da dare, che le carriere sono lunghe e le emozioni si continuano a sentire. Sentire esperienze di sport diversi è molto utile, capisci dinamiche diverse ma le inserisci nel tuo contesto”.

TANTI INFORTUNI – “Esami? La cosa positiva è che non sono usciti deficit incredibili, ma qualcosa su cui lavorare. Una è una scoliosi che mi porto dietro da piccolo. Infatti stiamo lavorando tanto sulle posture, sulle rotazioni visti i problemi agli addominali. Rientro a marzo, abbiamo capito che mi serviva tempo”.

LEAO A CHE TEMPO CHE FA: “SORRIDO PER VIVERE! GRAZIE AL MILAN E A MALDINI”

Photocredits: IMAGO / sportphoto24

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate