Bergomi: “Stagione brutta, voi ricordate sfide memorabili? Inter e Milan…”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Domani al via la prima delle tre finali europee con le italiane protagoniste: a dare i pronostici è Beppe Bergomi, intervistato sulle colonne dell’edizione di Repubblica di oggi. Chi parte favorita? Chi invece no? E com’è stata in generale questa stagione? La prima valutazione del telecronista e opinionista di Sky Sport: «Roma e Fiorentina se la giocano ampiamente, e l’Inter può realizzare la sorpresa clamorosa solo se la giocherà fino in fondo. Nel senso che non dovrà limitarsi ad aspettare le mosse dell’uomo che ha cambiato il calcio, il più bravo di tutti».

Bergomi su Siviglia – Roma

«Quando c’è di mezzo Mourinho, ogni finale è possibile: lui le vince sempre. Ma anche il Siviglia lo fa, in Europa League. Con l’ultimo allenatore gioca più semplice, in profondità, e sa farlo benissimo. La Roma dovrà sfruttare le palle inattive, immagino che inizierà sulla difensiva. I loro centrali non sono impeccabili. Molto dipenderà dall’eventuale presenza di Dybala. Pronostico: 51 per cento Siviglia, 49 Roma».

ULTIME NOTIZIE MILAN – REBIC-PIOLI, E’ FINITA? IL VERO MOTIVO DELL’ASSENZA CONTRO LA JUVENTUS

Bergomi su Fiorentina – West Ham

«Con il primato del gioco, sempre. Bello e a volte pericoloso. Il West Ham ha fisicità e rapidità, la Fiorentina punterà sull’uomo contro uomo, badando però a non esasperarlo. Io dico 50 e 50».

Bergomi su Manchester City – Inter

«Un giorno mi spiegò: tutti parlano del nostro possesso palla, ma il segreto è il recupero. Il grande lavoro è concentrato lì. Percentuali? Per loro 65, per noi 35. Ma non si parte battuti. Gli inglesi hanno tutto da perdere, e Guardiola stesso insegue il trofeo dai tempi del Barcellona, ha picchiato il naso molte volte. L’Inter va a Istanbul con la testa più leggera del Manchester City… L’Inter dovrà occupare benissimo il campo, accettando il possesso del City, lavorando con le punte e palleggiando quando occorre. La catena di sinistra, da Bastoni a Dimarco, è formidabile, e dovrà essere bravo Onana a capire quando palleggiare e quando servire lungo. Haaland? Si può fermare solo di squadra».

ULTIME NOTIZIE MILAN – (ESCLUSIVA) CARLO PELLEGATTI: “MILAN, OCCHIO AL 15 GIUGNO PER IL CALCIOMERCATO…”

Bergomi sulla stagione… col Mondiale di mezzo: positiva o negativa?

«Il Mondiale ha spezzato la stagione. Il Napoli ha vinto con merito assoluto, però di questo campionato non ricordo sfide memorabili. Inter e Milan hanno troppi punti in meno rispetto a un anno fa, e la Juve ha vissuto quello che ha vissuto: Allegri è stato bravissimo a tenere insieme la baracca dopo quel meno 15, altri sarebbero precipitati. Anche se, va ricordato, i bianconeri erano già tagliati fuori a gennaio dopo la batosta di Napoli e prima della penalizzazione».

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Beppe Bergomi

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate