Barcellona-PSG, Capello su Donnarumma: “Problema all’andata, non gli danno la palla indietro”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

La critica di Fabio Capello a Donnarumma prima di Barcellona-PSG e la sensazione rivelata dopo il match

Fabio Capello si è espresso negli studi di Sky Sport sul portiere del PSG Gianluigi Donnarumma prima e dopo la sfida di ritorno dei quarti di finale di Champions League contro il Barcellona. Il giudizio dell’ex allenatore del Milan non è cambiato, infatti prima del match ha rimproverato al portiere gli errori dell’andata. Dopo la sfida l’ex tecnico ha detto pubblicamente la sua sensazione sul particolare di gioco dei giocatori del PSG. Qui le parole di Capello.

Il giudizio sulla prestazione dell’andata

Fabio Capello nel prepartita di Barcellona-PSG su Sky Sport ha sottolineato la brutta prestazione del portiere ex Milan Donnarumma nella gara di andata e chiedendo un solo pensiero al classe 1999. Questa la dichiarazione di Capello: “La cosa è semplice. Donnarumma deve parare. Il portiere italiano è stato un problema nella partita di andata, ora deve fare punti, deve salvare e determinare”. Il messaggio anche per spronare l’estremo difensore della Nazionale, che ha poi disputato una partita nettamente migliore al Montjuic rispetto all’andata al Parco dei Principi.

Barcellona-PSG, la confidenza con i piedi perduta

Subito dopo la fine del match, che ha vito la squadra di Gigio accedere alla semifinale al termine di una gara rocambolesca, Capello ha ancora tirato in parte le orecchie al portiere. Questa la sensazione dell’ex mister: “Ha fatto due buone parate e qualche uscita così così. Non gli danno il pallone indietro i giocatori, hanno paura quando ha la palla tra i piedi, non mi sembra che abbiano molta confidenza, quindi deve recuperarla che è molto importante soprattutto per le prossime partite. Io me lo ricordavo abbastanza capace con i piedi. Si vede che adesso ha perso fiducia e i compagni anche loro preferiscono girare a largo. Un peccato, perché nel calcio moderno il portiere con i piedi è molto importante”.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate