Balotelli e il rigore non dato al Milan: “Mamma mia, cosa non hai fischiato…”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Balotelli torna su quel rigore non dato al Milan: “Mamma mia, cosa non hai fischiato…”

Un simpatico confronto ad anni di distanza tra Mario Balotelli e Gianpaolo Calvarese. Da un lato uno storico arbitro di Serie A che ha avuto modo di avere a che fare sia al calcio senza VAR che per qualche anno dell’ausilio della tecnologia, dall’altro un calciatore particolarmente frizzante sul campo. Nell’intervista organizzata da Cronache di Spogliatoio, è uscito un curioso siparietto che ricorda il passato calcistico “condiviso” dai due protagonisti.

“Cosa non mi hai fischiato…”

La discussione si apre quando Calvarese chiede a Balotelli: “Ma allora, torni in Italia o no? Perché se è così avviso gli arbitri e lo so prima…”. Scherzosamente, Mario replica: “Ci stavo pensando, ma se sono tutti come te anche no”. Ancora l’ex arbitro: “Ma te la sei segnata! Ancora per Verona-Milan?”. Il riferimento è all’agosto 2013, quando allo stadio Bentegodi Balotelli protesta con Calvarese per un rigore non assegnato nei minuti di recupero. Ecco che, allora, i due tornano a parlare di quel contrasto, ognuno dalla propria prospettiva:

Balotelli: “Mamma mia che rigore che non mi hai fischiato… È rigore tutta la vita”.

Calvarese: “A parte che non c’era il VAR, e in epoca VAR non sarebbe intervenuto. Ascolta, tu sei bravo e furbo a metterti davanti…”

Balotelli: “Ma no, dai! Una palla alta che mi arriva in area al 91’… Se ho una palla così di testa non mi butto a terra, ma faccio gol”.

Calvarese: “Secondo me lì hai un obiettivo: metterti davanti al difensore, e ci sei anche riuscito. Ma dove ti ha preso? Perché secondo me sei sopra e bravo a metterti davanti, a me sembrava body check”.

Balotelli la chiude: “Io non l’ho neanche visto quello che mi ha fatto cadere: è il secondo, non il primo”.

L’intervista

L’ex Milan, tra le dichiarazioni anche messaggi importanti. Di seguito, eccoli riportati.

Sugli arbitri italiani: “Ho giocato anche in Francia, in Inghilterra, in Turchia e adesso in Svizzera. In Italia ho trovato i migliori”.

A Verona spesso partite complesse per i cori razzisti: e se fosse lui ad arbitrare? “Di tutte le partite a Verona quella è stata la più simpatica. Non è che è facile gestire tutto, collaboratori, giocatori, panchina, impossibile. Però da arbitro magari se il giocatore ti viene a dire ho sentito questo e questo…”.

ARTICOLI CORRELATI
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

balotelli calvarese

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate