Milan, Baiocchini: “Pioli, dal Newcastle a Cagliari: di 5 in 5”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

È l’argomento del giorno: anche Baiocchini analizza come Stefano Pioli gestisce la rosa del Milan

Visti i diversi risultati (nell’ultimo caso, opposti) ottenuti da Inter e Milan nelle ultime uscite, oggi si discute molto del turnover e delle scelte di Inzaghi e Pioli: l’ultimo a farlo è Manuele Baiocchini. L’inviato di Sky Sport, ieri presente a Cagliari e oggi intervenuto in diretta da Casa Milan, ha stilato una veloce analisi delle ultime gare dei rossoneri, commentando come il tecnico ha gestito la squadra. Di seguito, prima di Baiocchini le parole di Marco Bucciantini, che ha parlato a Sky Sport 24.

BERGOMI: “FACCIANO TUTTI COME IL MILAN! È UN RISCHIO CHE VA PRESO”

La forza del turnover

L’opinionista parte dal confronto tra le due milanesi:

“Abbiamo criticato l’eccesso di turnover in Champions dell’Inter, e invece è giusto farlo adesso, per chi può. Così come ha fatto il Milan: cercare di includere tutti ora, portare quanti più giocatori possibili al livello dei titolari e risparmiare energie finché ci sono. Non quando è l’emergenza che te lo vieta”.

Baiocchini, in collegamento, risponde a Bucciantini iniziando a parlare di Cagliari-Milan:

“Come diceva poco fa Marco in riferimento all’Inter, anche per i rossoneri vale lo stesso discorso. Nel senso che il Milan in questo caso è riuscito a far riposare i big in una serata praticamente perfetta, dove ha riagganciato la vetta e fatto rifiatare Giroud e Leao in vista di due impegni delicatissimi contro la Lazio, sabato, e il Borussia Dortmund in Champions League mercoledì. Il Milan ha messo allo stesso livello quelle che fino a questo periodo chiamavamo seconde linee, ma che partita dopo partita stanno accumulando minutaggio e crescendo di condizione. Si stanno integrando sempre più con i titolari, sempre più nei meccanismi di Stefano Pioli”.

BUCCIANTINI: “GUARDA IL MILAN CON LE INGLESI!” DI CANIO: “QUESTO È BAR”

Profondità e mercato

Allora, il pensiero va subito all’estate:

“È un mercato che funziona, motivo per cui ci sono calciatori arrivati in estate che sono ormai titolarissimi come Reijnders, Loftus-Cheek e Pulisic. Poi ci sono gli altri, che non sono da meno, perché stanno giocando molto di più rispetto a chi è arrivato nelle scorse sessioni di mercato sotto la gestione di Pioli”.

Presto fatto, dunque, il raffronto con i calciatori entrati in rosa nell’estate 2022:

“Prendiamo ad esempio lo scorso anno: l’unico che stava cercando di inserirsi, senza mai averlo fatto, era De Ketelaere. Aveva giocato 4 partite da titolare su 6, ma tutti gli altri avevano un minutaggio bassissimo. Questo vuol dire che adesso Pioli ha una profondità di rosa interessante, può girare i giocatori. Dal Newcastle al Verona ne ha cambiati 5, dal Verona al Cagliari ancora altri 5 e dal Cagliari alla Lazio torneranno i titolari. Torneranno Giroud e Leao e vedremo se ci sarà ancora Adli in mezzo al campo. Ieri ha dato buone risposte anche il francese, ma è un Milan profondo che ha ricevuto una notizia importante in questo senso”.

PAZZINI: “PIOLI, LO SAPEVO GIÀ! ADLI PERSONALITÀ E POSIZIONE”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

baiocchini milan

Ultime news

Notizie correlate