“Basterebbe Aouar a gennaio per colmare il gap? La risposta è… no”: il commento del giornalista

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

In un editoriale sulle colonne della Gazzetta dello Sport, il giornalista Sebastiano Vernazza ha parlato di quello che dovrebbero fare Milan e Inter per avvicinarsi al Napoli.

“Aouar va benissimo, Musah sarebbe un bell’investimento per il futuro, ma temiamo che al mercato di gennaio Milan e Inter debbano alzare il livello degli obiettivi, se vogliono fare una seria opposizione al Napoli, nel campionato-bis che ripartirà a gennaio, e se puntano a un ottavo di Champions che vada oltre la bella presenza e il “grazie lo stesso”. Tottenham (Milan) e Porto (Inter) sono avversarie accessibili e complicate allo stesso tempo. Houssem Aouar, francese di origini algerine, è in scadenza di contratto con l’Olympique Lione e il Milan gli gira attorno. Maldini e Massara lavorano per prenderlo a giugno, ma sperano di imboccare la scorciatoia e di presentarlo a Milanello entro la fine di gennaio”.

“Nulla da obiettare, parliamo di un centrocampista con molteplici qualità: tecnica, corsa, senso dell’anticipo. Lo ricordiamo nel Lione che eliminò la Juve di Sarri agli ottavi di Champions, nell’inverno del 2020, poco prima del “lockdown” per Covid. Aouar non è Adli, ha un curriculum superiore. Adli non ha mai giocato nelle coppe europee, Aouar, di due anni più “vecchio”, 24 contro 22, ha già alle spalle 27 presenze e tre gol in Europa. Aouar potrebbe confliggere con De Ketelaere, fin qui la grande delusione milanista, ma è più duttile, impiegabile come mezzala. Non pensiamo che il Milan vada su Aouar per liberarsi di De Ketelaere, sarebbe clamoroso se il club rinnegasse un investimento da 40 milioni, più che altro sarebbe anti-economico”.

LEGGI QUI ANCHE   -MILAN, NON SOLO FURLANI: CHI SONO TANIA MORENO E MARK DOWLEY?-

“Basterebbe Aouar per rincorrere il Napoli con speranze di riuscita? La risposta è no. Al Milan serve anche un centravanti-bis. Ibrahimovic ha 41 anni, lotta con gli acciacchi fisiologici dell’età, dispensa carisma, ma occorreranno gol. Origi non ha attecchito, Lazetic è un ragazzo. Al 36enne Giroud non si può rimproverare nulla, dà tutto se stesso e risolve problemi. Giroud però avrebbe bisogno di un’alternativa all’altezza, di un nove collaudato, con respiro internazionale. Non è mai facile reperire attaccanti del genere in inverno, chi li ha se li tiene, però qualcosa andrebbe fatto, per colmare il divario con la batteria degli attaccanti del Napoli”.

“Lo stesso discorso vale per l’Inter. È giusto che Marotta e Ausilio battano le piste che portano a due ragazzi del Valencia, i 19enni Yunus Musah e Jesus Vazquez, trequartista il primo ed esterno il secondo, ma bisognerà verificare quale Lukaku restituirà il Mondiale e agire di conseguenza. A 23 giornate dalla fine nulla è deciso, sia che si parli di scudetto sia che si guardi allo scudettino degli altri tre posti buoni per l’Europa che conta e che paga”.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Aouar Milan Maldini Massara

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate