Ancelotti: “Berlusconi era un genio, in Italia l’ho votato”

Ancelotti

Intervenuto ai microfoni di Universo Valdano l’ex allenatore del Milan, Carlo Ancelotti, ha parlato del suo passato al Milan e del rapporto con l’ex presidente, Silvio Berlusconi.

Queste le sue parole: “La sfida di Berlusconi era vincere in 2 anni e ce l’ha fatta. Abbiamo vinto la Coppa dei Campioni nel 1989 e nel 1990. In Italia l’ho votato, era un genio. Gli piaceva parlare di calcio, veniva sempre quando le cose andavano bene e mai quando andavano male. Voleva giocare con tre attaccanti, con Kakà, Inzaghi e Shevchenko tutti insieme. La leggenda narra che facesse lui le formazioni, ma non è vero: un presidente non mi ha mai imposto di mettere un giocatore o un altro”.

LEGGI QUI Milan, da quante gare manca un rigore: il dato

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

 

Gianmarco Baraldo

Sono Gianmarco Baraldo, Laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione a Ferrara. Scrivo per Radio Rossonera, Football News 24. Telecronache presso LaCasaDiC, network di Gianluca Di Marzio. Amo il calcio e lo sport, la mia più grande passione è la Telecronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Tutti convocati

Radio rossonera live

torna al live

La radio 24/7 dedicata al Milan