Ancelotti nei guai a Madrid per evasione: la richiesta dell’accusa è pesantissima

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

La Procura di Madrid ha chiesto una condanna esemplare per l’allenatore dei Blancos ed ex Milan, Carlo Ancelotti: l’accusa è di evasione fiscale

Notizia particolarmente sconvolgente quella che arriva da Madrid questa mattina: l’allenatore del Real Madrid e leggenda del Milan sia in campo che in panchina, Carlo Ancelotti, rischia la reclusione in Spagna. Il motivo? Evasione fiscale. Ma andiamo nel dettaglio.

Frodato un milione

L’ex allenatore del Milan ed attuale tecnico del Real Madrid si trova nei guai in Spagna: secondo quanto riportato questa mattina da Sportface, la Procura di Madrid ha chiesto per Carlo Ancelotti una condanna a 4 anni e 9 mesi di reclusione con l’accusa di evasione fiscale. Ancelotti avrebbe evaso le tasso in Spagna per più di un milione di euro tra il 2014 e il 2015, motivo per il quale l’accusa ha chiesto una sanzione così esemplare. L’allenatore dei Galacticos di Florentino Perez avrebbe omesso nella dichiarazione dei redditi tutti gli introiti sull’utilizzo dei suoi diritti di immagine, utilizzando secondo l’accusa “una complessa e confusa rete di trust e società per canalizzare i guadagni“. Vedremo come si evolverà la questione nelle prossime ore: resta il fatto che Ancelotti rischia. E rischia grosso.

Ultime news

Notizie correlate