Milan-Roma – Che avversario ci aspetta?

0 cuori rossoneri

Milan-Roma

La vittoriosa trasferta bergamasca ed il successivo pareggio interno contro la Sampdoria hanno non soltanto chiuso l’anno ma anche confermato l’idea di una squadra altalenante.

Quella con l’Atalanta è stata una delle rare vittorie ottenute dai giallorossi negli scontri contro le big del campionato da un paio di stagioni a questa parte. Complici le assenze nel reparto arretrato Mourinho si è presentato al Gewiss stadium con tre centrali di ruolo e con tre centrocampisti davanti alla linea arretrata.

Con la partita messasi subito sui binari giusti (gol del vantaggio trovato dopo un minuto) la formazione giallorossa ha potuto giostrare in contropiede, sfruttando le qualità dei propri giocatori in campo aperto e riuscendo contemporaneamente a ingolfare la manovra offensiva degli uomini di Gasperini, col tecnico bergamasco costretto a sostituire gli inefficaci Pasalic e Ilicic in corso di partita.

Anche nel secondo tempo, nonostante gli inserimenti dei vari Muriel, Miranchuk e Malinovski ed il passaggio ad 4-2-3-1 molto offensivo, l’Atalanta ha guadagnato campo ma senza che questo comportasse il raggiungimento del risultato positivo, con una Roma sempre attenta a ripartire.

Di contro, all’Olimpico con la Samp la formazione di Mourinho è stata chiamata a fare la partita, incontrando delle difficoltà. Anche se è andata in vantaggio ed il gol del pareggio è stato subito su azione da calcio d’angolo, l’impressione lasciata dalla sfida con i blucerchiati è stata quella di una squadra che fa fatica a produrre gioco contro compagini più attendiste.

In generale la Roma è la terza squadra della massima serie per expected goals con un dato di 32.28 anche se ha registrato un calo prestativo rispetto alla prima metà della scorsa stagione, come dimostra il grafico soccerment relativo agli xG prodotti a partita che sono passati da 2.26 a 1.70 mentre gli expected goals against (xGA) sono saliti da 1.10 a 1.30.

Detto questo (e in vista di Milan-Roma) i giallorossi potranno provare ancora una volta a giocare sugli attacchi rossoneri, difendendo bassa (il PPDA è il quattordicesimo del campionato con un dato di 12.92) affidandosi poi ad Abraham e ad uno Zaniolo più centrale per risalire il campo.

Il grafico soccerment combina PPDA e Filed Tilt mostrando come la Roma sia squadra meno proattiva in non possesso rispetto alla scorsa stagione.

Il rischio è quello di abbassarsi troppo e restare così in balia del palleggio del Milan. La squadra di Pioli dovrà prestare attenzione alle marcature preventive ma dovrà probabilmente impostare una partita d’attacco, cercando se possibile di andare in vantaggio per costringere la Roma a scoprirsi.

Leggi anche Randal Kolo Muani – Ecco chi è l’attaccante del Nantes

Leggi anche Milan-Roma, Pioli: “Cerchiamo un difensore che sia anche un bravo regista”

photocredits eurosport.com

Dalla categoria Analisi tattica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live