Ambrosini: “Milan, c’è un giocatore da ritrovare. Per Pioli deficit evidente”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Intervenuto in diretta a DAZN, Massimo Ambrosini ha parlato di cosa avrà bisogno il Milan per rinforzarsi dopo la partenza di Pioli

Intervenuto in diretta a DAZN, Massimo Ambrosini ha parlato dei reparti in cui il Milan dovrà migliorare dopo l’addio di Stefano Pioli e quale giocatore “recuperare” necessariamente in vista della prossima stagione.

Serve una rivoluzione o una riforma?

“Prima della sfida di Europa League il Milan veniva da sette vittorie consecutive, io ho sempre difeso il lavoro di Pioli, ammettendo che il Milan è incappato in una stagione troppo deficitaria in difesa. Non serve una rivoluzione, la base tecnica è buona e secondo me il Milan deve ritrovare Bennacer, è ancora il migliore di quelli che hanno. Probabilmente dovrà fare una scelta sui tre pezzi pregiati, e l’eventuale sostituzione di uno dei tre forti cambierebbe la struttura. Secondo me deve trovare due attaccanti, uno titolare e una riserva. Perderà Kjaer e Giroud, ha perso negli anni la propria anima: Tonali, prima Kessié. Un po’ è stata compensata dal gioco, l’anno prossimo deve ritrovare qualcosa che gli è costato troppi alti e bassi”.

Ultime news

Notizie correlate