Ambrosini: “Kakà? Il compito era passargliela, poi ci pensava lui”