Allenatore Milan, Di Stefano: “Aspetto il colpo di coda di Ibrahimovic” (ESCLUSIVA)

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Peppe Di Stefano a Radio Rossonera sul futuro allenatore del Milan: il ruolo di Zlatan Ibrahimovic nella scelta

Intervenuto nel pomeriggio durante il nostro Talk, l’inviato di Sky Sport si è a lungo espresso sul tema allenatore: che ruolo avrà Zlatan Ibrahimovic nella scelta del Milan? La risposta di Peppe Di Stefano al canale Youtube di Radio Rossonera.

Occhio ai colpi di scena

UNO STEP OLTRE – “Pioli in questi anni è stato garante e un po’ parafulmine, lo dico nel massimo rispetto suo e della società. Non ci sarà più Pioli e la gente gli ha riservato molte critiche nell’ultimo periodo: se prendi un altro normale come lo era lui prima di arrivare, chiaramente viene meno l’idea della vittoria. Rispetto a 4 anni e mezzo fa sei più avanti e devi ripartire da lì: non puoi tornare indietro”.

IL RUOLO DI ZLATAN – “Il silenzio di Ibrahimovic da una parte per noi cronisti non è bello. Io ho imparato, da cronista e non da amico, a conoscerlo. Ed è uno che quando è arrivato alla prima intervista mi disse in diretta che era qui per vincere lo Scudetto. Tutti ci siamo guardati e abbiamo pensato fosse matto. È un ambizioso. Che possa accontentarsi di un Milan con il ruolo da comprimario non ci credo neanche se lo vedo.

Mi aspetto il colpo di coda di Ibra. Sono convinto che nelle prossime settimane verrà fuori qualcosa. La mia idea è che non è solo importante l’allenatore, ma anche la squadra che gli costruisci intorno e quanto lo difendi, quanto lo scorti. Al di là delle scelte che vanno poi fatte. I nomi sono quelli, si parla di De Zerbi ma da quel che ci risulta non è ancora mai stato contattato. Credo sia ancora troppo presto per capire davvero chi sarà l’allenatore del Milan”.

Ultime news

Notizie correlate