Allenatore Milan, Capello stuzzica: “Vorrà dire qualcosa” E cita Gasperini

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Fabio Capello consiglia e stuzzica il Milan sulla scelta dell’allenatore: alla Gazzetta cita Thiago Motta e Gasperini

Intervenuto più volte nel corso delle ultime settimane sul tema allenatore, l’ex Milan Fabio Capello si è espresso in particolare sulla scelta (eventuale, ma che sembra andare in quella direzione) di puntare su un profilo straniero. A La Gazzetta dello Sport, il talent di Sky Sport parla chiaro, citando esempi “pochi e datati”.

Si guarda fuori, ma in casa…

Alla domanda sul suo stupore a proposito della ricerca all’estero del Milan, risponde con un’altra: “Chi è arrivato da fuori a vincere in Italia?”. Ecco che cita “pochi esempi e ormai datati: Liedholm, Boskov, Eriksson.  E aggiunge: “Dal 2000 solo Mourinho. Qualcosa vorrà pur dire”.

Per questo Capello suggerisce di guardare in Italia: “Si guarda fuori quando in casa abbiamo Thiago Motta, pronto per le big. Lo stesso Gasperini non è solo un anno che balla, sono anni che lo fa. Ogni volta riesce a dare qualcosa in più, si rinnova costantemente riuscendo a essere sempre competitivo”. E proprio sulla guida dell’Atalanta conclude: “Per le capacità che ha meriterebbe qualsiasi panchina importante“.

Ultime news

Notizie correlate