Antonello sullo stadio: “Anche noi siamo pronti a qualsiasi scenario”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Oggi si è svolta l’assemblea dei soci dell’Inter e al termine è intervenuto in conferenza stampa l’Amministratore Delegato neroazzurro Alessandro Antonello che ha parlato anche della questione nuovo stadio di proprietà.

La questione impianto è al centro della pianificazione aziendale futura sia del Milan che dell’Inter, infatti mercoledì è intervenuto sul dossier in assemblea dei soci il presidente dei rossoneri Paolo Scaroni che ha ribadito la fiducia per il proseguimento del percorso di dibattito pubblico intrapreso dal Comune di Milano con l’alternativa pronta a Sesto San Giovanni individuata nelle ex aree Falck. Oggi nello stesso contesto su sponda neroazzurra ha fatto il punto il CEO Corporate Antonello.

 

Leggi Qui Giuseppe Sala: “Con buona probabilità lo stadio si farà”

Il responsabile dell’Inter per il progetto nuovo stadio ha parlato degli ultimi sviluppi: “Il progetto più ambizioso e importante per il futuro del nostro Club è quello del nuovo stadio e del nuovo distretto sportivo di San Siro. A fine settembre di quest’anno, dopo la fase di preparazione occorsa nei mesi di luglio e agosto, è partito il dibattito pubblico la cui conclusione è prevista per il mese di novembre 2022. In seguito il Comune potrà utilizzare la relazione del coordinatore del Dibattito Pubblico per richiedere eventuali modifiche al progetto prima del giudizio finale che dovrebbe arrivare entro 60 giorni dalla conclusione del dibattito stesso. In caso di esito positivo di questo procedimento, a inizio 2023 è previsto l’avvio della fase di progettazione esecutiva”.

Antonello si è espresso anche su un eventuale piano B: “Abbiamo dato la possibilità a tutti di discutere, i club stanno ascoltando per eventualmente integrare suggerimenti che potevano essere sfuggiti. Noi rimaniamo positivi, abbiamo ascoltato le parole del sindaco Sala, anche lui si è detto fiducioso nella delibera di giunta per il proseguimento del progetto. È chiaro che, qualora non dovesse esserci un parere positivo e ci fossero richieste che andassero a stravolgere la nostra idea progettuale, dovremo ripensare a una soluzione alternativa, che è sempre tenuta in considerazione fin dall’inizio”.

Antonello così ha parlato sullo stadio in merito alla collaborazione con il management del Milan mantenendo sempre aperta la porta a scenari alternativi: “Stiamo lavorando in assoluta sintonia con il Milan. Siamo contenti di poter continuare a lavorare con lo stesso management con cui abbiamo cominciato il progetto, nonostante i cambi di proprietà. Anche noi siamo pronti a qualsiasi scenario, di conseguenza non appena avremo chiarezza sul progetto San Siro potremo definire la nostra strategia, ma abbiamo ben chiaro le nostre idee”.

Segui la nostra pagina Facebook per sapere tutto quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate