Milan, Albertini sull’addio: “Ancelotti dispiaciuto? Non penso sia andata così”

I più letti

Albertini torna a parlare della sua separazione dal Milan e chiarisce come sono andate le cose con Ancelotti riportando la sua versione

Demetrio Albertini, nel corso dell’intervista alla Repubblica, ha parlato di vari temi rilevanti, tra cui il suo addio al Milan con Carlo Ancelotti in panchina. L’ex centrocampista rossonero ha tenuto a precisare come, a suo dire, le emozioni manifestate in quel momento e riportato dall’attuale allenatore del Real Madrid non fossero autentiche. Di seguito, il suo pensiero a riguardo sulla vicenda.

Le dichiarazioni sul rapporto con l’ex tecnico

Albertini ha rilasciato alcunedichiarazioni in merito alla reazione di Ancelotti dopo il suo addio al Milan:” Se abbiamo mai parlato io e Ancelotti del mio addio? Mai. Lui ha scritto che gli è dispiaciuto non avermi trattenuto. Io non penso sia andata così. Prima o poi ci siederemo davanti a un bicchiere di vino e parleremo delle cose belle e meno belle. Con Rijkaard, è stato il mio maestro. Da lui ho imparato e copiato”. Il classe 1971 è cresciuto nelle giovanili rossonere e ha militato nel club dal 1988 al 2002 (con un prestito al Padova nella stagione 90/91).

 

Ultime news

Notizie correlate