Ordine: “Milan, dove lo avevi nascosto?! Adli, che musica!”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Il Milan vince e Yacine Adli convince… anche Franco Ordine: il giornalista ha giudicato così l’esordio del francese

Con il primo, vero turnover dell’anno, il Milan vince a Cagliari e torna in testa alla classifica nel segno di Okafor e, finalmente, di Yacine Adli. In un editoriale sul Corriere dello Sport, il giornalista Franco Ordine ha parlato proprio della prestazione di Yacine Adli nell’esordio con la maglia del Milan nella stagione 2023/2024, un esordio super-positivo che ha convinto non solo i tifosi, ma anche gli addetti ai lavori.

Adli e il Milan: “Dove lo avevate nascosto”?

“Scusate ma dove lo avevate nascosto? Verrebbe da chiederselo con interrogazione parlamentare ieri sera dopo aver assistito al debutto in campionato e in un ruolo inedito del francesino Adli. Già perché è da settimane che Stefano Pioli dinanzi ai quesiti dei cronisti continua a ripetere: «Sto provando Yacine Adli nel ruolo di Krunic». Segno che aveva intuito le qualità e aveva magari pensato che nel passato la stessa operazione riuscì a Carletto Mazzone in quel di Brescia con un certo Andrea Pirlo. Niente paragoni, per carità. Il francesino è ancora acerbo. Ma prova e riprova, ecco che arriva finalmente l’occasione, a Cagliari questa volta. L’anno prima, da trequartista, mise piede in prima squadra a Verona: un solo tempo a disposizione, poche occasioni per esporre il proprio talento geometrico, prima di essere sostituito e di finire dietro la lavagna di Milanello”.

CAGLIARI-MILAN, ADLI: “PIOLI, IO CI SONO! A TOMORI AVEVO DETTO…”

Prova superata

“Quest’anno è cambiata la musica. Primo cambiamento: il ragazzo è diventato il beniamino del gruppo. Qualche mese fa organizzò, nel giardino della sua abitazione, una grigliata mista invitando calciatori e rispettive mogli per cementare l’intesa del gruppo, iniziativa molto apprezzata dal club oltre che dallo stesso Pioli. Poi è venuto l’infortunio di Bennacer, la scelta in estate di “sacrificare” Krunic da centrale, con compiti prettamente difensivi e per Adli, accompagnato da giudizi lusinghieri a fine allenamento, è ricominciato l’isolamento. Fino all’infortunio di Krunic e alla decisione di provare proprio lui, Adli. Che a Cagliari ha superato la prova con voto molto positivo e che è rimasto in campo per quasi un’ora dando anche dimostrazione di riuscire a rammendare uno “sbrego” difensivo”.

SOUSA: “ADLI UN CREATIVO. IL MILAN HA IN ROSA IL NUOVO ZIDANE”

Non solo Adli: è il Milan di Okafor

“Adli allora non è più mister X e può tornare utile alla patria rossonera anche se bisognerà ripassare da altri e più impegnativi test per riscuotere il credito completo da parte di critica e tifosi che ieri sera hanno cominciato a scoprirlo e ad apprezzarlo. Insieme, bisognerebbe aggiungere, a una porzione preziosa del mercato estivo grazie ai primi sigilli della stagione di Okafor e di Loftus-Cheek. Ecco allora che forse tutti quegli investimenti non sono stati così avventati. E non tanto per il risultato largo di Cagliari quanto invece per il rendimento tornato in traiettoria con le ambizioni del club. Anche Okafor non ha forse le caratteristiche del centravanti ma nell’occasione del gol denuncia la sua cifra tecnica: quel palleggio raffinato con la suola e il passaggio da un piede all’altro per “uccellare” il portiere è un segnale che può bastare la proprietà del tocco per riuscire a rimpiazzare Giroud”.

CAGLIARI-MILAN 1-3, LE PAGELLE SUI GIORNALI: MEDIANA SUPER! E ADLI?

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

adli milan ordine

Ultime news

Notizie correlate