Adli: “Milan amore sincero e incontrollabile. Vi racconto quei brividi”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Yacine Adli si racconta in una lunga intervista a Sportweek: in un estratto, l’amore per il Milan e le emozioni che gli dà

Intervistato dalla rivista settimanale de La Gazzetta dello Sport, Sportweek, Adli racconta la sua infanzia, il suo mondo rovesciatosi al Milan e molto altro. Di seguito, alcune delle sue parole sull’amore che è sbocciato con i colori rossoneri, anche in riferimento al primo e finora unico gol segnato.

Parla Adli

MOZART O IL PITTORE – “Se uno mi chiama Mozart o pittore, io gli faccio capire che sono Yacine e basta. E mi va bene così. Nel bene o nel male cerco sempre di stare nel mezzo”.

NEL CUORE DEI TIFOSI DEL MILAN – “Viviamo in un mondo fake, ma chi mi conosce sa che io mi mostro per come sono. L’uomo che vedi nello spogliatoio è lo stesso che canta sotto la curva dopo una vittoria. Questo amore per il Milan è sincero, è esploso in me in maniera spontanea, non lo controllo. Quanto sento 80mila tifosi che cantano, mi vengono i brividi e mi sento uno di loro”.

IL GOL CONTRO LA ROMA – “Mi sono venuti i brividi, quasi le lacrime. Dopo tutto quello che ho passato, è stato un momento speciale”.

Ultime news

Notizie correlate