ESCLUSIVA, Pellegatti: “Yacine, spetta a te! Adli, Pirlo, De Ketelaere”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Adli è la grande novità di Cagliari-Milan: alla vigilia, ne parliamo in esclusiva con Carlo Pellegatti

Domani il Milan è atteso dal match infrasettimanale contro il Cagliari, e a Filo Rossonero con Carlo Pellegatti abbiamo dato ampio spazio alla principale novità Yacine Adli. Nel giorno della vigilia, Carlo dà anche la probabile formazione e un pensiero sul calciomercato estivo. Di seguito, le sue parole al nostro canale Youtube.

CAGLIARI-MILAN, RANIERI: “LORO FORTISSIMI MA CE LA GIOCHEREMO! ECCO COSA CI SERVIRÀ”

Adli, Pirlo e CDK

Partiamo proprio dal centrocampista ex Bordeaux: dovrebbe partire titolare a Cagliari…

“Sì, l’ha provato lunedì e negli ultimi allenamenti, non credo faccia la cattiveria di provarlo senza farlo giocare (ride, ndr). Sarà un giorno importante, il Cagliari è un avversario tosto che gioca in un ambiente difficile. È un bel banco di prova, nonostante non sia tra le top d’Italia. Sarà al fianco di due punti di riferimento come Loftus-Cheek e Reijnders, adesso spetta a lui rispondere. Egoisticamente da tifosi del Milan ci aspettiamo che risponda bene: vorrebbe dire risolvere il problema del vice Krunic per le prossime partite senza adattare nessuno”.

Poi, Pellegatti prosegue:

“Lui sarebbe adattato se pensiamo all’anno scorso, ma quest’anno ha giocato solo lì in amichevoli e allenamenti. Qualcuno l’ha paragonato a Pirlo, senza nessuna sorpresa. Io c’ero nel 2000 a Bratislava, quando l’Italia ha vinto l’Europeo Under 21. Io ricordo le critiche a Pirlo: ‘Questo mezzo giocatore che non si sa dove mettere’. Era un giocatore come tanti, talenti inespressi. Quando si dice che potrebbe fare la carriera di Pirlo, non ci deve essere nessuna sorpresa. Ci auguriamo che da qualche mugugno possa diventare protagonista. L’ha fatto Pirlo, allora nessuno avrebbe scommesso che sarebbe diventato uno dei più forti centrocampisti della storia del calcio italiano”.

Alcuni già pensano a come si potrà sostituire Krunic se dovesse andare male.

“Io direi di aspettare la partita per i giudizi. Dopo vedremo, sennò corriamo troppo. È Adli l più acclamato? Io lo so perché: quelli che non giocano sono sempre i migliori. Quando ci sono dei problemi, si pensa: ‘Se ci fosse stato lui…”. Come con De Ketelaere, che quando entrava era meglio stesse fuori. Adesso Pioli, forse al momento giusto, gli ha dato la sua chance e ora spetta a lui”.

ESCLUSIVA, ZILLE: “SU ADLI C’È EQUIVOCO TATTICO. COSÌ PIOLI PUÒ PERDERLO”

Equilibrio e probabili scelte

Ti sembra un centrocampo equilibrato?

“Molto. È lo stesso di Bologna, Torino e Roma, ma con Adli al posto di Krunic. Il francese è più specialista, anche se magari a livello di dettami tecnici Krunic risponde ai dettami di Pioli”.

Quale sarà il Milan di Cagliari?

“La formazione dovrebbe essere Sportiello, Florenzi, lascio il dubbio tra Kjaer e Thiaw, Tomori, Theo Hernandez. A centrocampo i tre che abbiamo citato, e davanti Chukwueze, Okafor e Pulisic. Lo dico prima della partita, mi sembra giusta. A un certo punto bisogna buttare sul campo il nostro mercato, è due mesi che lavorano. Adesso è importante vedere queste risposte”.

SKY – IDEE CHIARE PER PIOLI IN VISTA DI CAGLIARI-MILAN: UN ATTACCANTE NON PARTE

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

pellegatti adli

Ultime news

Notizie correlate