Adani: “Milan, ora gioco-forza non la puoi avere! I nuovi…”

I più letti

Andrea Roderi
Studente universitario, appassionato di radio, podcast e Milan. Aspirante giornalista professionista.

Daniele Adani a tutto tondo su Milan, Inter e Napoli tra primo turno di Champions League e inizio del campionato

Ancora Champions League, prima di rituffarci nella doppia sfida di Serie A tra weekend e turno infrasettimanale. Questa volta è il turno di Daniele Adani, intervistato da Tuttomercatoweb, il tema è, naturalmente, le prestazioni delle italiane in Europa, tra cui spicca anche il pareggio del Milan contro il Newcastle.

Il Milan per Adani

Un Milan che non riesce ad andare oltre al pareggio e che tradisce, in parte, le buone sensazioni di inizio stagione. Secondo Adani: “Hanno cambiato tanti giocatori, l’impatto derivante dal ritiro è basato sull’entusiasmo. Quando si sbaglia, com’è stato nel derby, bisogna far leva su un gioco d’insieme, una consapevolezza che gioco-forza adesso non può avere. Perché sono troppi i giocatori nuovi, e alcuni vanno visti a certi livelli, come il Milan è abituato a stare negli ultimi anni. Deve solo trovare continuità“. Fiducia e pazienza, dunque: per Daniele Adani è un Milan che può arrivare lontano e può trovare continuità nel corso della stagione, ma che deve ancora trovare il giusto equilibrio all’interno di una rosa con molti volti nuovi e inesperienza ai livelli più alti del calcio europeo. L’entusiasmo delle prime partite contro Bologna, Torino e Roma, invece, va recuperato al più presto, magari già nella sfida di domani contro il Verona.

BIANCHIN: “MILAN-VERONA, RIPOSA THEO? GIROUD, OKAFOR, JOVIC…”

L’Inter per Adani

L’Inter non va oltre al pareggio con il Real Sociedad, riacciuffato al termine della sfida al primo tiro in porta, realizzato da Lautaro Martinez. “Hanno sofferto, All’Anoeta la Real Sociedad gioca sempre un calcio molto propositivo. Ha avuto diverse opportunità, l’Inter non è stata la solita squadra brillante. Ha regalato il primo gol, però poi la consapevolezza e il processo di continuità, chiaramente insieme a Lautaro, hanno permesso di rimediare una situazione un po’ complicata“. Meno brillantezza, medesimo cinismo dimostrato nel derby, con la rete di Lautaro realizzata proprio alla prima conclusione in porta, sempre in occasione di una prima conclusione verso la porta non proprio perfetta (nel derby di Dimarco, in Champions di Frattesi). Nonostante l’approccio sbagliato alla partita, per Adani l’Inter rimane favorita al passaggio del turno, vista anche la buona sorte nei sorteggi: “L’Inter può passare il turno, ma la cosa che va sottolineata è che se lo deve meritare. Il merito porta a rispettare i pronostici, se cali un attimo l’attenzione, il livello della Coppa Campioni è così alto che rischia di farti pagare dazio.”.

CRISCITIELLO: “AMMAZZARE IL CAMPIONATO? IL MILAN NON HA LE CAPACITA’, MA L’INTER…”

Il Napoli per Adani

Molto più duro rispetto a Milan e Inter è invece il giudizio di Adani sul Napoli, protagonista di un inizio di stagione abbastanza deludente: “Nonostante le tante opportunità, il Napoli è cambiato ed è diventato una squadra normale. La squadra normale vive sul filo dell’equilibrio le partite. Ha avuto palle gol, ha sbagliato e preso dei pali, ma c’è stata la predisposizione a fare la partita. Questo Napoli deve ridisegnare la percezione di tutti noi: non sempre dominerà il campo e il gioco, l’importante è che si riescano a connettere con le idee di Garcia mettendole in pratica, senza rimanere a metà strada”. Non così scontata la riconferma dello Scudetto, quindi, anche se la stagione è appena cominciata.

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Adani Milan

Ultime news

Notizie correlate