Milan, senti il procuratore: “Sacrifici di Theo Hernandez e Leao, Zaniolo non lo prenderei”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Acri sugli obiettivi del Milan in entrata e sull’eventuale sacrificio di Theo Hernandez e Leao in uscita

Il procuratore Alessandro Acri sulle vicende di calciomercato che riguardano il Milan. L’agente durante la trasmissione “Piazza Affari” su TMW Radio ha parlato degli eventuali sacrifici ai quali potrebbe ricorrere il Milan con gli indiziati principali, che rispondono ai nomi di Theo Hernandez e Rafael Leao, sugli eventuali obiettivi di mercato dei rossoneri e la sua opinione sul profilo di Zaniolo per la squadra allenata da Pioli. Qui le dichiarazioni di Acri.

Milan, dove intervenire: parla l’agente

Alessandro Acri è intervenuto nel programma di TMW Radio “Piazza Affari” parlando delle possibili mosse del Milan in entrata e in uscita. Sugli obiettivi della dirigenza rossonera nella prossima sessione di calciomercato, Acri ha rivelato la sua ricetta: “Penso che il Milan debba ristrutturare completamente non solo la difesa. Dietro servono due giocatori importanti. Primo motivo per la carta d’identità e il secondo per diventare più competitivi”.

Acri respinge l’idea Zaniolo per il Milan

In entrata, un nome fatto periodicamente per il Milan è quello di Nicolò Zaniolo che ha manifestato la sua voglia di tornare in Serie A. Sul giocatore della Nazionale, l’agente nutre qualche dubbio: “Io l’ho sempre considerato un giocatore straordinario. Purtroppo ha avuto brutti infortuni ed è stato molto sfortunato. Fossi il Milan non lo prenderei. Se viene rispettato l’impianto di gioco di Stefano Pioli, Zaniolo non giocherebbe”. Infine, durante la trasmissione radiofonica è stato chiesto ad Acri il suo pensiero su eventuali sacrifici dei top giocatori: “Potrebbe essere Theo Hernandez come potrebbe essere Leao”.

Ultime news

Notizie correlate