Milan, Abate saluta: “Lacrime, sacrificio e gioia” Tre ringraziamenti speciali

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Abate lascia la guida della Primavera del Milan con un messaggio toccante: “Siamo una famiglia, quando si appartiene a qualcuno…”

Ignazio Abate lascia il Milan con un messaggio commovente: i ringraziamenti ai ragazzi della Primavera, a tutto lo staff e ai tifosi rossoneri. Abate ha condotto la Primavera del Milan per due anni arrivando a sfiorare una storica vittoria della Youth League. In generale ha fatto crescere tanti talenti ed ora si vuole lanciare in un’esperienza tra i professionisti: è vicino ad una panchina di Serie B.

Tutto l’affetto e l’impegno di Abate

Per Ignazio Abate il Milan è una famiglia, ci è cresciuto da giocatore ed è arrivato ad allenare la Primavera. Chissà che in un futuro non possa tornare in veste di tecnico della prima squadra. Attraverso Instagram ha ricordato questi anni magnifici:

Quando si appartiene a qualcosa o a qualcuno si fa fatica a salutarsi. Questi miei primi tre anni da allenatore mi hanno fatto sentire di appartenere ancora di più ad una famiglia, quella rossonera. Gli U16 prima, la Primavera poi, stagioni in cui il Milan è stato nuovamente casa. Ora è arrivato per me il momento di provare a fare una esperienza diversa fuori casa. Quello che in questi anni mi hanno dato i ragazzi che ho avuto l’onore di allenare non si può spiegare, rimarrà qualcosa di speciale, di unico tra di noi. Siamo cresciuti insieme, questo percorso ci ha unito e ci ha portato là, dove siamo riusciti ad arrivare in campionato e in Youth League. Tra sorrisi, qualche lacrima, tanto sacrificio, ma anche tanta gioia. Siamo con orgoglio i vicecampioni di Europa e siamo tornati a competere per la vittoria dello scudetto dopo tanti anni. A tutti voi dico che vi porterò sempre con me, siete stati e sarete i miei ragazzi. Devo ringraziare lo staff che mi è stato sempre accanto supportandomi ogni giorno. Grazie a tutti i tifosi rossoneri che ci hanno seguito da vicino e da lontano. Grazie a tutti i dipendenti, collaboratori, ogni singola persona che ha lavorato per e con questo gruppo. Grazie a tutta la dirigenza del Club, passata e presente, per aver fatto squadra, averci dato gli strumenti necessari e per i consigli preziosi ricevuti che custodisco con riconoscenza. Grazie a te, AC Milan! Vi abbraccio tutti… Ignazio“.

Ultime news

Notizie correlate